Il comunicato del team Honda non fa riferimenti a Davide Giugliano, che pure ha corso con Honda la tappa del Lausitzring e annuncia soltanto che per le prossime due tappe del mondiale Superbike sulla Honda di Hayden ci sarà Takumi Takahashi.

Takahashi ha un forte rapporto con Honda, dato che è un loro collaudatore e ha vinto tre volte la 8 Ore di Suzuka con lo stesso Costruttore.

Orgoglioso di esser stato invitato nel campionato mondiale, il 27enne non vede l’ora di essere nel paddock della Superbike.
 
"PUNTERO' in ALTO" - “Da pilota che ho lottato continuamente per correre sulla scena mondiale, sono onorato”, ha detto Takahashi. “I miei risultati ottenuti e la mia esperienza sono stati riconosciuti e ho ricevuto questa grande opportunità di correre nel World Superbike.
"Userò tutta l’esperienza che ho maturato con la CBR1000RR Fireblade SP2 nel campionato giapponese per puntare in alto e dare un contributo al team. Darò il meglio davanti ai tifosi della Superbike”, promette Takahashi.
GIUGLIANO OUT - Nessun riferimento a Davide Giugliano: è vero che la gara al Lausitziring sulla Honda di Hayden non è andata nel migliore dei modi, con un ritiro per problemi tecnici in gara1 e un 21° posto in gara2, per via di un consumo anomalo della gomma posteriore. Ma era anche la sua prima gara con la Honda. Che per le prossime due gare ha scelto di affidare la sua moto a Takahashi.