E' stato davvero un peccato: la caduta in gara2 mentre era secondo ha privato Chaz Davies di punti importanti in ottica del secondo posto in campionato, soprattutto in considerazione dell'assenza di Tom Sykes per l’infortunio del sabato in F3.

Invece Chaz Davies ha colto un bel terzo posto in gara1, ma la domenica è stato un finale amaro per Chaz Davies, che pure era stato protagonista di un’ottima partenza dalla terza fila. Il gallese ha messo a segno alcuni sorpassi spettacolari per risalire fino alla seconda posizione e prendere margine sugli inseguitori, ma è stato costretto al ritiro a causa di una scivolata alla curva 2 nel corso del terzultimo giro.

“Sono frustrato perché abbiamo perso un secondo posto facilmente alla nostra portata. Il nostro passo in gara era OK, stavo gestendo il gap senza spingere al limite”, spiega Davies.

MIGLIORARE LA STABILITA’ -  “Sul finale ho alleggerito il gas prima del solito all’ingresso della curva 2, cosa che ha finito per caricare troppo peso sull’anteriore, che si è chiuso”, racconta il gallese della Ducati ufficiale. Sono stato colto di sorpresa perché è uno strano posto dove cadere, soprattutto quando non stai forzando. Detto ciò, avevamo fatto dei passi avanti significativi oggi. Dobbiamo ancora migliorare, soprattutto la stabilità della moto a fine gara, e ci concentreremo su questo nei test di domani”.

Oggi, infatti, il team Ducati è impegnato in una serie di test a Portimao.

“Guardando il lato positivo, siamo più vicini al secondo posto in classifica, a causa anche della sfortuna di Tom. Con lui di nuovo in pista sarà un finale di stagione interessante, quindi non vedo l’ora di tornare a correre”, conclude Davies.