Il team Ducati è pronto a far tappa in Qatar per l’evento di chiusura della stagione del mondiale Superbike.

Marco Melandri arriva forte della competitività mostrata a Jerez, ovviamente al netto di alcuni problemi tecnici, e punterà a sfatare il tabù che non lo ha ancora visto salire sul podio in Qatar, per chiudere la stagione in crescendo.

“Quello di Losail, secondo me, è uno dei tracciati più belli in calendario, e si addice abbastanza alle mie caratteristiche di guida", dice Melandri.

"È una pista veloce, scorrevole, con molte curve da raccordare. Correre di notte, poi, crea un’atmosfera speciale, anche se a livello di approccio non cambia molto", aggiunge Melandri.

COME A JEREZ - "Mi aspetto di essere competitivo, anche perché il tracciato ha alcune caratteristiche in comune con Jerez, dove siamo stati molto veloci", commenta Melandri.

"Ad ogni gara cresce la mia intesa con la Panigale R, ed ho tanta rabbia agonistica dopo l’ultimo round.

"Voglio chiudere con una prestazione degna di nota, anche per far capire ai nostri rivali che il prossimo anno saremo della partita dall’inizio alla fine”, promette il ravennate della Ducati.