Il primo giorno del mondiale Superbike in Qatar si chiude sotto il segno di Jonathan Rea: il portacolori del Kawasaki Racing Team ha ottenuto la vetta della classifica combinata dei tempi, con il giro più veloce in 1’57.666.
 Sotto i riflettori che illuminano a giorno il tracciato di Losail immerso nel deserto, il nord-irlandese ha ottenuto la vetta della classifica sia nelle FP1 sia nelle FP2 e nella prima sessione ha chiuso con un buon margine di + 0.689s, davanti al suo compagno di squadra Tom Sykes.
 
LA TOP FIVE - Rea non è riuscito a migliorarsi nelle FP2, a differenza di Alex Lowes: il pilota del team Pata Yamaha Official WorldSBK T ha chiuso il gap ed è arrivato a 259 millesimi dal campione in carica. Le FP2 sono state interrotte brevemente per un problema tecnico alla curva 10 per Il terzo miglior pilota della giornata è stato Tom Sykes, nonostante un problema tecnico alla curva 10 durante FP2, che ha constretto ad una breve interruzione del turno.
 
La prima delle Ducati è quella di Chaz Davies, che si è rivelato il quarto pilota più veloce, con la Yamaha di Michael van der Mark a completare la top 5.
Ricordiamo che in questo ultimo round stagionale è ancora in ballo il secondo posto in classifica iridata e saranno proprio Tom Sykes e Chaz Davies a condenderselo.
 
E TUTTI GLI ALTRI - Xavi Fores, portacolori del Barni Racing Team ha conquistato il sesto posto nelle libere davanti a Marco Melandri, portacolori ufficiale di Ducati insieme a Davies. Alle loro spalle Jordi Torres, su Althea BMW, Eugene Laverty e Lorenzo Savadori su Milwaukee Aprilia a completare la top 10. Da segnalare la doppia caduta di Savadori nelle FP2, senza conseguenze per l'italiano.
Tredicesimo crono per Raffaele De Rosa, su Althea BMW, quindicesimo Andreozzi con la Yamaha Guandalini davanti a Davide Giugliano, sedicesimo e primo delle Honda ufficiali.