“Ho provato ad arrivare qui con la mente aperta ed è stato bello. Il mio primo feeling con la moto è stato buono", dichiara Leon Camier dopo aver guidato la moto del Red Bull Honda World Superbike per la prima volta.
Leon Camier ha avuto un primo giorno positivo sulla Fireblade CBR1000RR SP2, ma ha ammesso che deve ancora lavorare su alcuni punti.
"Il telaio funziona bene, ma ci sono altre cose su cui dobbiamo lavorare, come il bilanciamento, l'elettronica e il motore, e vediamo dove arriveremo", ha dichiarato.
Il britannico ha migliorato il suo crono negli ultimi minuti della giornata, dopo aver iniziato a conoscere le dinamiche della sua nuova squadra e a capire su quali punti concentrarsi in vista del giorno successivo.
 
"Abbiamo provato molte cose in poco tempo, quindi continueremo a lavorare per trovare la nostra strada”, ha continuato Camier, che ha anticipato su cosa avrebbe lavorato nel giorno successivo.
Dove la Honda può migliorare - “Principalmente abbiamo bisogno di lavorare sull'elettronica, abbiamo lavorato intorno a questo e stavamo cercando di trovare la giusta mappa del motore", ha spiegato Camier. "Dobbiamo inoltre concentrarci su come accelera la moto e su come curva, quindi bisogna lavorare sulla gomma posteriore. Ho molto controllo sul telaio, ma dobbiamo poter curvare di più.
"Ci sono alcune aree dove possiamo migliorare, è una combinazione di motore ed elettronica, e poi potremo provare alcune parti del telaio e alcuni cambiamenti nella geometria”.
 
Infine, Camier ha riassunto così le sue prime impressioni: “Il telaio sta funzionando molto bene e ci sono alcuni punti forti nella moto. Devo anche io capire come sfruttare al massimo il potenziale della moto e come bisogna guidarla. Intanto abbiamo fatto un grande step in avanti”.