Leon Camier ha debuttato nel migliore dei modi in sella alla Honda CBR 1000 RR Fireblade SP2: il 31enne britannico ha percorso il circuito andaluso di 4.423 metri per ben 217 volte nei tre giorni e ha concluso con un miglior crono  di 1’39.333, fatto segnare con la gomma da qualifica. Si tratta del quarto tempo assoluto, alle spalle soltanto delle Kawasaki di Rea e Syked e della Yamaha di Lowes.

IL TEST - Nel primo giorno, Camier ha avuto un “assaggio” della Honda Superbike con la moto nelle specifiche usate in Qatar per il finale di stagione 2017, per poter capire il carattere della moto e fare qualche piccolo aggiustamento per migliorare la posizione di guida e il confort. Leon e il suo team hanno iniziato poi a fare qualche cambiamento drastico al set-up nel secondo giorno, il che lo ha aiutato ad infrangere per la prima volta la barriera dell’1’40.

Nell’ultima giornata Camier ha valutato alcune nuove soluzioni sviluppate per il 2018, compreso un nuovo ammortizzatore, e un telaio rinforzato diversamente, ed entrambe sono state accolte positivamente dal britannico.

IL SET UP GIUSTO - Sono davvero molto felice di questo test di tre giorni”, ha dichiarato Leon Camier al termine dei test. “Sono riuscito a girare forte abbastanza velocemente e il giovedì sono riuscito a siglare dei tempi su giro decenti sulle gomme da gara”.

Camier è stato ancora più soddisfatto al termine dei test del venerdì.Abbiamo cercato di capire meglio come la moto reagisce alle modifiche – ciò che funziona per me e cosa invece no.

"Alla fine della giornata abbiamo capito cosa serve per avere il setup giusto e abbiamo anche provato alcuni componenti nuovi. Credo che abbiamo trovato un’ottima base dalla quale partire, ma dobbiamo ancora capire cosa succederà su tracciati diversi e sulla distanza di gara. 

"Comunque è stato un ottimo inizio e ne sono molto contento", conclude Leon Camier.

I prossimi test in programma per il Red Bull Honda Team si svolgeranno ancora a Jerez il 23 e 24 gennaio 2018.