"Sono piuttosto sorpreso, non ho avuto alcun obiettivo ed essere arrivato secondo è stata una grande sorpresa, è stato il pubblico ad avermi aiutato, quindi devo ringraziarlo per i voti", sono queste le prime parole di Jonathan Rea dopo aver conquistato il secondo posto nel prestigioso evento "La Personalità Sportiva dell'Anno" organizzato dalla BBC.
Il portacolori del Kawasaki Racing Team si è piazzato a soli 3.000 voti dalla medaglia olimpica Mo Farah. 
 
Com'è andata - Invitato dalla BBC, Jonathan Rea ha fatto il suo ingresso nell’arena di Liverpool alla guida della sua Kawasaki ZX-10RR ed è salito sul palco per rivolgersi al pubblico britannico nel tentativo di conquistare l'ultima corona del 2017. Il 30enne ha conquistato il secondo posto in un evento così importante ed è chiaro che Rea, che ha firmato quest’anno il terzo titolo consecutivo del mondiale Superbike, ha impressionato molto il pubblico britannico con i suoi grandi risultati.
 
Nel 2007, James Toseland era stato nominato dopo aver vinto il suo secondo titolo mondiale del WorldSBK ed era arrivato quarto. Onorato di questo grande risultato, Rea ha terminato la stagione nel migliore dei modi, dopo le 16 vittorie, i 24 podi e  sei pole position.
 
"Significa molto per me, e fare questo per il motociclismo è grandioso, fare questa buona entrata ed essere votato dal pubblico è fantastico", ha dichiarato Rea alla BBC.
"Sono stato felice di essere qui e di avere tutto il supporto sui social media, ma non avrei mai immaginato che la gente mi avrebbe votato. È stato un ottimo modo per festeggiare il 2017. Non c’è niente di meglio”.