I due giorni di test ufficiali a Jerez che hanno aperto la stagione 2018 del Mondiale Superbike hanno visto il ritorno in pista di Chaz Davies, che si era infortunato ad un ginocchio proprio a Jerez durante gli ultimi test del 2017, lo scorso novembre. Una caduta piuttosto pesante, che lo aveva costretto ad interrompere i test. La risonanza magnetica aveva mostrato una distorsione del legamento collaterale mediale e crociato anteriore del ginocchio destro accompagnata da un'ulteriore contusione ossea e da una contusione al polso sinistro (leggi qui).

Al rientro in pista, ancora alla ricerca della miglior condizione fisica, Chaz Davies ha messo a referto 129 giri fermando il cronometro sul tempo di 1’40.704, che equivale al dodicesimo crono.

NOVITA' IMPORTANTI - "Il ginocchio e la spalla non sono ancora in perfette condizioni dopo l'infortunio di novembre, ma sapevo che fisicamente c'erano margini di miglioramento già prima di salire in moto”, ha detto Davies.

Abbiamo svolto buona parte del lavoro e siamo riusciti a provare alcune novità importanti, comprese alcune che avrei dovuto testare già a novembre, con riscontri positivi. Purtroppo non credo che Jerez sia la pista migliore per apprezzare alcune delle modifiche introdotte, da quando hanno rifatto l'asfalto ho faticato un po' qui.

“A livello di passo siamo abbastanza vicini, ma dobbiamo migliorare sul giro secco. So dove dobbiamo intervenire, e proveremo a farlo già a Portimão", conclude Davies.