Il team Ducati Superbike è tornato in pista a Jerez de la Frontera per i due giorni di test ufficiali che hanno di fatto sancito l’inizio della stagione agonistica.

La squadra di Borgo Panigale ha totalizzato ben dodici ore in pista, effettuando diverse prove e raccogliendo dati importanti per lo sviluppo della Panigale R in configurazione 2018, soprattutto per quanto riguarda le nuove limitazioni di regimi di rotazione del motore.

Marco Melandri ha effettuato 132 giri con un miglior tempo personale di 1’39.754, siglando il quinto tempo assoluto.

“È stato un test tutto sommato positivo, anche se ci resta ancora parecchio lavoro da fare”, ha detto Melandri. “Sotto alcuni aspetti siamo migliorati, ma dobbiamo ancora progredire.

"Abbiamo lavorato solo con gomme da gara, e con queste non siamo lontani in termini di distacco, ma è necessario fare un altro passo in avanti.

"In particolare, dobbiamo concentrarci sull’utilizzo del motore, per il quale puntiamo ad avere alcune novità tecniche prima del debutto in Australia, e sui rapporti del cambio. Sarà interessante comunque provare l’attuale configurazione su una pista diversa come Portimão”, ha concluso Melandri.