In attesa dell'inizio della stagione in Australia, nel weekend che va dal 23 al 25 febbraio, il mondiale Superbike si è già rimesso in moto: dopo i primi due giorni di test a Jerez (leggi qui) dieci team si dirigeranno a sud verso il circuito portoghese di Portimao per provare il 27 e il 28 gennaio.

KAWASAKI - A guidare la classifica sarà il Kawasaki Racing Team, considerando che Tom Sykes e Jonathan Rea hanno siglato i migliori due crono a Jerez. Il campione del mondo in carica Rea è stato in grado di tornare al passo con la ZX-10RR, e ha lasciato Jerez soddisfatto per il ritmo che aveva. Ora dovrà controllare gli assetti della sua Ninja e migliorare la posizione di guida, ma sarà una prova più facile per lui. Sykes ha concluso il test più girando di mezzo secondo più veloce dei suoi rivali, ma deve testare ancora qualcosa sulla moto.

DUCATI - Dopo una impegnativa due giorni in Spagna per il team Ducati, Marco Melandri punterà a capire il livello di stabilità della Panigale R, dopo aver combattuto molto la scorsa stagione. Chaz Davies cercherà sicuramente di migliorare il suo tempo sul giro dopo un duro ritorno in pista.

YAMAHA - Alex Lowes, ufficiale Yamaha, ha vissuto due giorni intensi a Jerez e in Portogallo cercherà di recuperare la mezza giornata persa nei primi test. Il suo compagno di squadra Michael van der Mark punterà a migliorare i suoi tempi sul giro della YZF-R1, visto che il pilota olandese continua a modificare la moto in configurazione 2018.

APRILIA - Il team Milwaukee Aprilia ritiene che questa nuova stagione in una posizione li vedrà più forti rispetto al 2017, e cercherà di trarre il massimo dai due giorni in Portogallo. Hanno in programma di mettere in pratica ciò che hanno verificato sulla RSV4 in Spagna. Eugene Laverty non vede l'ora di girare su una pista che conosce bene e cercherà di ottenere un buon tempo sul giro, mentre Lorenzo Savadori lavorerà con un altro piano dettagliato.

BMW - Loris Baz, alfiere Gulf Althea BMW, si è trovato bene al ritorno nel paddock della Superbike, ma è ancora alle prese con le gomme Pirelli mentre migliora il passo sulla BMW.

GLI ALTRI - Non presente a Jerez, Xavi Fores, portacolori del Barni Racing Team, sarà impaziente di girare in pista con la moto in configurazione 2018 e quindi adeguata ai nuovi regolamenti.

Da tenere d’occhio anche le new entry: la MV Agusta Reparto Corse con Jordi Torres, Red Bull Honda con Jake Gagne e Leon Camier, TripleM Honda con PJ Jacobsen, Puccetti Racing con Toprak Razgatlioglu e Guandalini Racing con Ondrej Jezek.