#NinjaSpirit – Proprio per le nuove regole tecniche imposte per il 2018, alcune delle quali hanno già influenzato Kawasaki più direttamente rispetto ai loro concorrenti, il messaggio del Kawasaki Racing Team per il 2018 è #NinjaSpirit: lo spirito di accettare la sfida di lottare per l'eccellenza in pista e non mollare mai.
In occasione della presentazione,  il leader del progetto KRT, Yoshimoto Matsuda ha rilasciato alcune dichiarazioni sul nuovo regolamento e l'approccio del team alla nuova stagione.

"Per il 2018, per migliorare le prestazioni tra le Case che partecipano al mondiale Superbike, Dorna ha fissato un nuovo limite per i giri del motore per tutte le quattro cilindri a 14.700 giri/min, ad eccezione di Kawasaki , che ha il limite il più basso tra le quattro cilindri a 14.100 giri/min. Ciò significa che abbiamo 600 giri al minuto in meno rispetto ai nostri rivali più vicini”, ha spiegato Yoshimoto Matsuda.
“Inoltre, se la moto si comporterà in modo eccezionale nelle gare successive, il limite può essere ulteriormente abbassato di 250 giri/min. Per fare un confronto, basti considerare che nel 2017 abbiamo lavorato a 15.200 giri/min. Quindi, con le nuove regole dovremo lavorare con 1100 giri/min in meno. Ovviamente, questo crea un grande handicap per la ZX-10RR”, ha aggiunto il leader del progetto KRT.
Una nuova sfida – Per Yoshimoto Matsuda, le nuove regolamentazioni impongono di rivedere la direzione di lavoro. “Avendo fissato il limite di rotazione più bassi per la ZX-10RR, siamo convinti che sia stata imposta una nuova sfida a Kawasaki per avere troppo successo. Ma il nostro spirito è sempre stato da combattenti”, ha detto Matsuda.
Per il 2018 rivediamo la nostra direzione di lavoro. I test invernali hanno confermato che stiamo procedendo nella direzione corretta e che i risultati sono stati positivi. Sappiamo per esperienza che vincere e mantenere la vittoria non è facile, di sicuro daremo il massimo dell’impegno e delle energie per questa stagione. Non ci arrendiamo mai, abbiamo lo spirito Ninja!”, ha concluso Yoshimoto Matsuda.

Nella storia - "Il 2017 è stata una stagione molto redditizia per noi”, ha dichiarato Biel Roda, Direttore Marketing e PR di KRT. “Abbiamo scritto una pagina di storia con il terzo titolo piloti consecutivo più un terzo titolo costruttori. Lo scorso anno abbiamo ottenuto 18 vittorie: il nostro record personale in una sola stagione".

"Vogliamo mostrare la più ampia storia del Kawasaki Racing Team. Il 2018 sarà un anno impegnativo”, ha aggiunto Martin Lambert, responsabile delle comunicazioni e delle pubbliche relazioni per Kawasaki Motors Europe. “Ci sono stati cambiamenti nelle regole tecniche del World Superbike che richiederanno i nostri più alti sforzi in tutte le aree. Di fronte all'ennesima sfida, raccogliamo il guanto con orgoglio e in modo positivo. Il Kawasaki Racing Team prende questa stagione 2018 come la migliore opportunità per mostrare ciò che continuamente lo spinge ad essere un progetto di successo. Lo chiamiamo lo "Spirito Ninja". È una combinazione di competitività, lavoro di squadra e passione per le corse”, ha concluso Martin Lambert.