Con una nota diffusa ai giornalisti, la direzione gara della Sbk (formata da Gregorio Lavilla, Gian Franco Carloia e Franck Vayssié) ha stabilito alcune importanti modifiche per la seconda manche di domani. Questo in seguito ai numerosi problemi di durata riscontrati sulle coperture posteriori da molti piloti in occasione della prima manche.
La gara (su pista asciutta) si svolgerà sui 22 giri previsti ma tutti i piloti saranno obbligati a rientrare ai box tra i giri 10, 11 e 12 per un pit stop utile per il cambio della gomma posteriore. Questa è una modifica presente nel regolamento ma mai applicata finora. Ai piloti che non si dovessero fermare, verrebbe esposta la bandiera nera. La stessa regola sarà applicata anche alla gara della Supersport.

BANDIERA ROSSA O PIOGGIA - In caso di ripartenza in seguito all’esposizione della bandiera rossa, la gara non durerà più di 12 giri. Se l’asfalto fosse bagnato al via, i piloti potranno invece completare la gara con la gomma posteriore da bagnato senza necessità di fermarsi per il pit stop perché in quel caso, la durata della copertura è garantita per tutti i 22 giri.