Un debutto difficile - Yonny Hernandez, pilota del team Pedercini Racing, è stato protaginusta di un infortunio sul circuito australiano di Phillip Island durante la prima gara della stagione, e la caduta lo ha reso non idoneo a gareggiare per il resto del weekend. Uno stop decisamente pesante per il pilota colombiano, che proprio in Australia stava correndo la gara del suo debutto nel Campionato Mondiale Superbike dopo aver militato nel mondiale Moto2.

Gli accertamenti - Al suo ritorno in Europa, Yonny Hernandez è stato sottoposto ad un esame medico presso la clinica di Barcellona, a cura del rinomato specialista Dr. Xavier Mir, la cui diagnosi ha confermato che il pilota sarà in grado di risalire in sella prima già dal prossimo round del campionato, che si terrà in Thailandia dal 23 al 25 marzo.

La diagnosi - Oltre al dolore al petto, che sembra in via di miglioramento, la diagnosi ha rilevato una distorsione sternoclavicolare sinistra, che grazie ad un trattamento di fisioterapia dovrebbe risolversi in breve tempo, concedendo al pilota di affrontare il Chang International Circuit senza troppi impedimenti.

“Buone aspettative” - "Yonny non ha gravi problemi fisici”, ha assicurato Lucio Pedercini, team manager della squadra italiana. “Il dolore alla spalla causato dalla caduta sta diminuendo, e la distorsione sarà trattata con sedute di fisioterapia”, ha continuato.

“Ci sono buone aspettative, e prevediamo che Hernandez sarà in grado di risalire in sella già dal prossimo round”, ha detto il team manager Pedercini Racing, che ripone molte aspettative nel debuttante colombiano.

“Crediamo che Yonny possa fare un buon lavoro con noi”, ha dichiarato Lucio Pedercini. “Nonostante abbia percorso solo pochi chilometri con la Kawasaki ZX-20R e con le nuove gomme, ha dimostrato di avere un ottimo potenziale e siamo molto fiduciosi riguardo alle sue capacità”, ha concluso.

Una rapida ripresa - Il pilota colombiano dovrà anche riacquistare fiducia in sella alla sua moto, e ma comunque correrà il round thailandese. Il team italiano prevede che la guarigione dall’infortunio sarà rapida, e già a partire dal weekend di Aragòn Yonny Hernandez sarà pronto per essere completamente competitivo in Superbike.