Ad un mese dal round di apertura in Australia, chiuso con una doppietta, il team Ducati ufficlale è tornato in azione sul circuito di Buriram per il secondo appuntamento del Mondiale Superbike. Le prove libere di oggi si sono svolte in condizioni meteo più favorevoli del solito – con circa 30 gradi nell'aria – e hanno evidenziato un grande equilibrio al vertice, con cinque piloti racchiusi in un solo decimo (leggi qui).

Marco Melandri e Chaz Davies si sono inseriti in questa lotta al vertice siglando rispettivamente il quarto e quinto miglior tempo di giornata, separati a loro volta da soltanto undici millesimi. Entrambi i piloti hanno focalizzato il proprio lavoro sulla distanza di gara, migliorando i propri riferimenti di oltre un secondo nell'arco della giornata. 

Una buona partenza - "È stata una giornata positiva, siamo partiti meglio rispetto allo scorso anno”, ha dichiarato Marco Melandri. “Fortunatamente le temperature erano più miti, quindi è stato piacevole guidare e mi sono divertito. Ho buone sensazioni sulla moto.

"Dobbiamo ancora mettere insieme tutti i pezzi del puzzle ma sono abbastanza fiducioso per domani, anche se con una classifica così corta può succedere davvero di tutto", è il monito di Marco Melandri.

“Abbiamo lavorato principalmente in funzione della gara, ma siamo riusciti anche a fare un buon tempo con gomma nuova, segno che siamo abbastanza bilanciati", concude il ravennate della Ducati.