E’ stato davvero un brutto incidente quello di Eugene Laverty durante la seconda gara sul circuito di Buriram: come vi avevamo anticipato (leggi qui), il pilota nordirlandese del Team Aprilia ha riportato lesioni interne e due fratture al bacino.

Sarà necessario un lungo periodo di recupero, e almeno due mesi di stop dalle gare. Laverty punta a tornare in sella già a partire dal round di Donington Park, nel weekend del 27-28 maggio.

“Mi considero fortunato” - “Sono ovviamente molto deluso dal fatto che sarò costretto a perdere alcune gare così presto nella stagione, ma mi considero fortunato perché le mie ferite non sono gravissime”, ha dichiarato Eugene Laverty.

“La paura mentre giacevo a terra e non riuscivo a muovere le gambe è una sensazione che non avevo mai provato prima”, ha continuato il pilota Aprilia. “Sono molto fortunato ad avere un fantastico gruppo di persone intorno a me, partendo da mia moglie Pippa e da mio ??fratello John, che hanno reagito in modo fantastico nelle ore chiave dopo l'incidente. Anche l'intera squadra Milwaukee Aprilia mi è stata vicina in ospedale per assicurarsi che fossi in buone mani”, ha continuato il pilota.

 “A causa delle lesioni interne sarò limitato nel primo mese di recupero, ma in seguito mi impegnerò a fondo per far sì che il bacino guarisca. L’obiettivo è tornare in sella per il mio round di casa a Donington Park”, ha concluso Laverty.

L’infortunio - Si prospettava un weekend positivo per Eugène Laverty sul circuito thailandese di Buriram: il pilota Aprilia era partito dalla sesta posizione nella seconda gara e da subito si era destreggiato nel gruppo di testa, affrontando Xavi Fores e Chaz Davies. La gomma anteriore della moto ha però iniziato rapidamente a dare problemi al pilota irlandese, per poi cedere definitivamente alla sesta curva del quarto giro causando la caduta di Laverty. Alle sue spalle sopraggiungeva Jordi Torres, che non ha potuto evitare di investirlo, finendo a terra anche lui.

Eugene Laverty è stato trasportato all'ospedale di Bangkok dove si è sottoposto ad una prima operazione per suturare le lesioni interne. Le due fratture al bacino guariranno invece senza intervento chirurgico, pur richiedendo un impegnativo periodo di recupero che impedirà al pilota irlandese di salire in sella nei round in Spagna, Olanda e Italia.

Il team Aprilia Milwaukee dovrà quindi cercare un sostituto per gli appuntamenti sui circuiti di Aragon, Assen e Imola. Per il momento non sono stati fatti nomi.