Primo giorno di prove sul circuito spagnolo di Aragon per il mondiale Superbike, che dopo l’Australia e la Thailandia approda in Europa.

Il verdetto della classifica dei tempi vede leader Marco Melandri sulla Ducati ufficiale, sia pure con soli 39 millesimi di vantaggio su Jonathan Rea sulla Kawasaki. Il leader della classifica iridata è seguito di poco più di un decimo dal proprio compagno di squadra Tom Sykes.

La seconda Ducati, quella di Chaz Davies, ha colto il quarto tempo, a 4 decimi da Melandri. I primi quattro crono sono quelli delineati durante il secondo turno di prove: la  terza sessione di libere, infatti, è stata condizionata dalla pioggia che ha cominciato a scendere dopo pochi minuti, impedendo alla maggior parte dei piloti di migliorare le proprie prestazioni. Davies, addirittura, non è sceso in pista.

La top ten - La MV Agusta di Jordi Torres ha colto un buon quinto tempo, e il più veloce del terzo turno, precedendo le due Yamaha di Alex Lowes e Michael Van der Mark.

Il primo degli indipendenti si conferma Xavi Fores: lo spagnolo ha fermato il cronometro ad un secondo da Melandri, in sella alla Ducati del team Barni.

A completare la top ten, l’Aprilia ufficiale di Lorenzo Savadori e la Honda di Leon Camier.

Gli altri italiani - Da segnalare l’ottima prestazione di Michael Ruben Rinaldi: il campione europeo della Superstock 1000 al debutto nella Superbike con il Ducati Junior Team, è alla prima gara nella classe regina, non avendo disputato le prime due tappe, e ha siglato l’undicesimo crono. Alle sue spalle Davide Giugliano, che sostituisce l’infortunato Eugene Laverty sull’Aprilia ufficiale. I due, quindi, dovranno lottare nella Superpole1.

Loris Baz, sulla BMW Althea, è stato fra i piloti ad uscire dopo la pioggia, ma ha fermato il cronometro al tredicesimo posto, davanti a Jack Gagne, ultimo pilota non indipendente.


Qui i tempi combinati della prima sessione di prove libere.