Alla vigilia dell’appuntamento sulla pista del Santerno, Dorna annuncia la firma del nuovo contratto: il mondiale Superbike si continuerà a disputare a Imola almeno fino al 2020.

Il campionato mondiale Superbike porta le spettacolari azioni in pista ad Imola dal 2001, e da allora è mancato all’appuntamento solamente nel 2007 e nel 2008. Rappresenta uno degli eventi più popolari del calendario: i suoi 4,9 chilometri di pista hanno fatto la storia e, con l’estensione dell’accordo, continueranno a farla almeno per altri due anni.

Un circuito iconico - “L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola è un circuito che fa parte della storia del mondiale Superbike ed è uno degli eventi più attesi del calendario”, dichiara Daniel Carrera, Direttore Esecutivo WorldSBK. “Ritornare in questo iconico circuito fino al 2020 è una notizia fantastica per la categoria, visitiamo un circuito che migliora in continuazione la propria struttura per ospitare il paddock”.

Pura passione - “Il mondiale Superbike è l’evento di punta del calendario di Imola dal 2009”, aggiunge Uberto Selvatico Estense, presidente del C.d.A. di Formula Imola. È una gara piena di pura passione, che è nata vicino al fiume Santerno ed appartiene al nostro patrimonio. Siamo orgogliosi di essere considerati da Dorna come uno dei migliori e più affidabili partner per continuare questa fantastica avventura. Il nostro obiettivo è quello di aumentare la nostra consapevolezza nel cuore degli appassionati del motorsport, per attrarre più persone ogni anno all’autodromo di Imola”.

“L’estensione dell’accordo con l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola conferma l’importanza del mercato italiano per il mondiale Superbike e per il paese stesso”, dichiara Stefano Pacchioli, Direttore Operativo e Finanziario di WorldSBK. “Siamo sicuri che il round italiano regalerà ad appassionati, sponsor e media un evento pieno di patrimonio di puro motorsport”.