E’ stata davvero una brutta caduta quella che ha coinvolto il pilota Honda Leon Camier in gara1 sul circuito spagnolo di Aragon: alla curva 11, all’undicesimo giro, Camier si è scontrato con la MV Agusta di Jordi Torres e l’Aprilia di Lorenzo Savadori.

Obiettivo Imola - Con tre costole fratturate e un polmone contuso, il pilota inglese è stato già costretto a saltare le due gare di Assen, e ora punta a correre a Imola.

 “Mi sento decisamente meglio giorno dopo giorno, parlare di un processo lungo è a dir poco, ma spero di tornare presto”, dice Camier. Io spero di tornare ad Imola, ma i dottori non ne sono così sicuri e convinti, comunque vedremo. Farò delle tac per vedere come procede il recupero.”

Fortunato - Camier ha il giusto team attorno a sé per mantenere un’attitudine positiva.

Mi sento molto fortunato per esserne uscito illeso, avrò bisogno di più tempo ma continuiamo a lavorare”, ha detto Camier. “Ho un buon team di medici e fisioterapisti attorno a me, andrà tutto bene come immaginavo.”

Il ritorno - L’obiettivo è quello di tornare in tempi rapidi in sella alla sua Honda CBR1000RR Fireblade SP2. “Spero di poter tornare il più presto possibile ed ottenere buoni risultati per me e per il mio team. Questo è l’obiettivo, poi vedremo quando si avvicinerà il momento e sto lavorando sodo per tornare. Incrociamo le dita, vedremo”, conclude Camier.