Dopo il terzo posto in Gara 1 con Marco Nelandri, a Imola il team Ducati è tornato sul podio in Gara 2 ad Imola con Chaz Davies. Il gallese, partito dalla pole position dopo il quarto posto di sabato, ha comandato la gara per dieci giri in fuga con Rea, per poi chiudere al secondo posto davanti ai tanti tifosi ducatisti accorsi in circuito. 

"Abbiamo fatto del nostro meglio, ma sfortunatamente non è bastato per vincere”, ha commentato Chaz Davies. “Le temperature sono salite e non avevo molto feeling, ero in difficoltà sia in fase di entrata in curva che in accelerazione.

“Quando Rea mi ha passato, ho pensato di provare a stare con lui, ma realisticamente sapevo che sarebbe stato troppo rischioso”, aggiunge Davies. “Venti punti erano il massimo che potevamo ottenere oggi. Per me è molto importante comunque essere salito sul podio ad Imola. Ducati è qui vicino e ci sono tantissimi tifosi a supportarci. Avremmo voluto regalargli un risultato ancora migliore, ma ci siamo divertiti", conclude Davies.

Gara 2- La manche del sabato era stata tutta in salita per Chaz Davies, che dopo aver centrato la prima fila in Superpole con il terzo tempo è stato penalizzato da una partenza difficile ed una breve escursione fuori pista durante del secondo giro. Davies è risaluto comunque dall'ottava posizione fino alla quarta, assicurandosi la partenza dalla pole position in Gara 2 e sfruttando per la prima volta questa regola.

"Sfortunatamente non siamo riusciti a fare una buona partenza. Questo, considerato anche che sono andato fuori pista alla Variante Bassa, ci ha costretto a fare una gara in rimonta”, aveva spiegato Davies. “Dopo metà gara il nostro passo era molto buono, e sono sicuro che avremmo potuto lottare per il podio se non per la vittoria, ma abbiamo trovato il ritmo un po' troppo tardi”, aveva concluso il gallese della Ducati.