Chaz Davies ha concluso il weekend di Donington con un quinto posto in gara2 ed è stato contento della sua prestazione di domenica, nonostante abbia mancato un podio importante. Dopo l’ottavo posto di sabato, sia lui che il team hanno cercato soluzioni e risposte per la gara di domenica

Partito dalla quinta posizione in griglia, Davies sperava nella pioggia, che minacciava di arrivare avvantaggiandosi magari di una gara flag-to-flag. Comunque, la pioggia non è mai caduta e ha continuato a spingere, sperando di ridurre il gap con i piloti davanti dopo un bell’inizio di gara. Spingere così tanto ha però significato usare troppo la gomma e avere difficoltà nelle ultime fasi di gara.

Il massimo impegno -  “Gara 2 è andata decisamente meglio rispetto a Gara 1, anche se il nostro obiettivo era quello di finire più avanti”, commenta Chaz Davies. “Credo che nel complesso ho disputato una buona gara. Quando hanno iniziato a cadere le prime gocce di pioggia, mi sono impegnato al massimo per sfruttare tutte le mie opportunità, ma non è piovuto abbastanza da poter impensierire i piloti davanti a noi”.

Lo sforzo di Davies è stato maiuscolo. Ho fatto tutto quello che ho potuto per chiudere il gap e a volte c’ero quasi, ma abbiamo avuto qualche difficoltà”, spiega Davies. “Ho dovuto spingere, stressando di più la gomma e non siamo riusciti a fare di meglio. Speriamo di ripartire da quello che abbiamo fatto qui e di aver imparato una lezione da poter sfruttare a Brno”.