Tom Sykes ha migliorato il suo record di Tissot Superpole a Brno portandole a 45 con un ultimo giro velocissimo: Sykes è ripartito così da dove aveva lasciato: il pilota Kawasaki aveva infatti siglato la Superpole nell’ultimo round del mondiale Superbike in Repubblica sei anni fa.

Secondo crono per Jonathan Rea, leader fino all’ultimo giro della Superpole: dopo che la bandiera a scacchi era già stata sventolata. Sykes ha fatto solo un giro con le gomme da qualifica, ma il suo tempo di 1’57.687 è stato sufficiente per frantumare il record di Superpole a Brno.

In prima fila con i due piloti Kawasaki ci sarà Marco Melandri, che ga siglato il miglior crono a soli quattordici millesimi da Rea. Melandri, vincitore di tre delle ultime quattro gare a Brno, è tra i favoriti.

Dopo aver dominato la classifica nella quarta sessione di prove libere, Alex Lowes su Yamaha ha ottenuto il quarto crono in Superpole 2, precedendo Eugene Laverty, quinto con l’Aprilia dopo aver disputato la Superpole 1. Michael van der Mark chiude la seconda fila con il sesto tempo, stessa posizione da cui è partito a Donington, dove ha conquistato la sua prima vittoria.  

Ad aprire la terza fila c’è Lorenzo Savadori su Aprilia, che ha portato la RSV4-RF in settima posizione sulla griglia, davanti a Loris Baz  su BMW. Chaz Davies  ha avuto difficoltà per tutti i quindici minuti di sessione e ha chiuso in nona posizione, a 1.324 secondi dal leader.

Chiude la top ten Leon Camier su Honda davanti a Michael Ruben Rinaldi, undicesimo dopo il problema al motore di ieri.

Qui i tempi delle qualifiche.