La famiglia racing di Yamaha è stata presente in forze per sfoggiare il passato, il presente e il futuro di Yamaha all’edizione 2018 del celebre Goodwood Festival of Speed ??, che si è svolto nella tenuta di campagna degli appassionati di motori sportivi del Duca di Richmond nel fine settimana dal 12 al 15 luglio.
L'evento, apprezzato da oltre 100.000 persone in ciascuno dei quattro giorni, è stato anche lo sfondo perfetto per celebrare il ventesimo anniversario dell'iconica YZF-R1.

Il passato - Il passato è stata rappresentato dalla Yamaha YZF-R1 originale, che è stata lanciata per farsi acclamare dalla critica nel 1998. Eric de Seynes, Presidente di Yamaha Motor Europe, ha guidato la moto, nella caratteristica livrea rossa, bianca e nera di Yamaha, fino alla famosa collina di Goodwood davanti a una folla di persone il venerdì.

Il presente - Rappresentanti del presente sono stati i piloti della Superbike britannica Yamaha McAMS, Josh Brookes e Tarran Mackenzie, che hanno fatto diverse escursioni sulla collina di Goodwood in sella ad una gamma di Yamaha attuali, tra cui la moto vincente Pata Yamaha WorldSBK di Michael van de Mark e una YZF 2018- R1 da corsa con livrea unica del 20 ° anniversario.
I due piloti britannici della Superbike hanno anche presentato due degli attuali modelli stradali Yamaha, con Mackenzie che sale sulla collina della Yamaha YZF-R1M al fianco di Brookes sull'innovativa Yamaha Niken.
Sabato e domenica gli attuali piloti del WorldSBK Alex Lowes e Michael van der Mark hanno assunto le responsabilità di guida. L'accoppiata Pata Yamaha, entrambi i vincitori di questa stagione, è stata affiancata dalla leggenda del World Superbike e dal favorito dei fan, Noriyuki Haga.

Mentre Haga entusiasmava la folla a bordo delle versioni 1998 e 2018 della Yamaha YZF-R1, van der Mark ha fatto le sue prime escursioni sulla collina di Goodwood sulla moto che ha vinto tre gare nel mondiale Superbike prima di passare alla YZF-R1M.

Van der Mark - "Mi è piaciuto molto il Goodwood Festival of Speed", ha commentato van der Mark. "Il numero di moto e auto di tutte le epoche radunate per la salita in salita è stato impressionante, così come lo è stata la grande folla di fan della corsa che ha allineato il percorso per tutto il weekend. Ancora più speciale è stato celebrare i 20 anni della Yamaha YZF-R1, con Noriyuki in sella alla moto del 1998, Alex sulla moto Suzuka 2018 con una livrea ispirata all'originale e io sulla moto da corsa che ha assicurato alla Yamaha tre vittorie in questa stagione: un grande evento"

Alex Lowes - Lowes ha completato la maggior parte delle sue corse in salita su una YZF-R1 2018 con la stessa livrea del 20° anniversario con la quale lo Yamaha Factory Racing Team affronterà quest'anno la gara della 8 ore di Suzuka. Il 27enne pilota britannico è comunque a spremere anche una Yamaha Niken, al debutto su questa moto unica.

"Che esperienza fantastica", ha dichiarato Lowes. "Non c'è nessun altro evento come il Goodwood Festival of Speed, dove gli appassionati di motorsport possono avvicinarsi e conoscere personalmente tanti piloti, piloti e le loro macchine: è stato bello farne parte ma, per me, è stato anche incredibilmente interessante vedere la storia del motorsport riunita in un unico luogo: è stato lo scenario perfetto per celebrare il ventesimo anniversario della Yamaha YZF-R1 insieme a Michael e Nori, che non avevo mai incontrato prima".

Il futuro - A rappresentare il futuro c'era il famoso Motobor di Yamaha, che ha conquistato il primo posto nella mostra Future Lab dell'evento.
Il robot autonomo umanoide in motocicletta è stato una delle attrazioni principali del Future Lab, generando un enorme interesse tra le migliaia di appassionati di sport motoristici, che hanno potuto dare uno sguardo al progetto Motobot insieme al Project Director, Amish Parashar.