Quest’anno Alex Lowes sta disputando la sua miglior stagione nel mondiale Superbike. Ha conquistato anche una vittoria a Brno, in sella alla sua YZF-R1. Ma non basta: il britannico si aspetta ancora di più dopo la pausa estiva, nelle ultime quattro gare della stagione.

Credo che quest’anno abbiamo avuto due o tre weekend difficili, dove non ho guidato proprio male, ma le cose non sono andate bene. Ora sono quinto in classifica e credo di poter fare di meglio di così e di poter scalare qualche posizione in campionato”, ha dichiarato Lowes in un’intervista raccolta da WorldSBK.com

Alex Lowes ha rinnovato con Yamaha per un’altra stagione e potrà quindi continuare a lavorare sul progetto che lo vede coinvolto dal 2016.

EVOLUZIONE CONTINUA - “Sono con questo team da qualche anno, da quando il progetto è tornato nel World Superbike”, ha detto il ventisettenne. “Pian piano sono arrivati i risultati man mano che questo progetto cresceva, quindi non c’era ragione di cambiare. Vedo che sto migliorando, anche la moto sta migliorando, così come la squadra. tutto questo è positivo e vediamo che c’è ancora molto da fare, quindi è normale voler restare e vedere come si evolve la situazione”.

Anche perché il britannico si è impegnato fin dall’inizio: Ho dato molto a questo progetto. Al primo anno avevo tre infortuni con cui combattere ed ho spinto la moto oltre i limiti. Sia io che il team ci siamo impegnati molto dall’inizio ed ora iniziamo a vedere i risultati. Voglio esserci quando tornano indietro gli sforzi, questo vuol dire tanto”, ha detto. “Siamo a metà della battaglia e lavorare tutti insieme aiuta”.

IL CLIMA NEL TEAM - Yamaha ha rinnovato con Alex Lowes ma anche con il suo compagno di squadra Michael van der Mark. E i due spesso sono protagonisti di confronti ravvicinati.

“Io e Michael abbiamo un buon rapporto, siamo molto simili in pista e proviamo a batterci. Credo che questo aiuti a portare avanti il progetto ed il nostro lavoro sembra funzionare bene”, spiega Lowes.

E la sua prima vittoria a Brno lo conferma. “La squadra ha ottenuto il primo successo a Donington, ma vuoi arrivarci e tornarci di nuovo. Vuoi sempre di più, ti dà motivazione perché credi di essere in grado di vincere. Vincere sicuramente aiuta, dà entusiasmo e si vuole sempre migliorare”, dice.

E per l’anno prossimo annuncia fin da subito le sue intenzioni: “Voglio provarci e vincere il titolo”.

Van der Mark è avvertito.