Jonathan Rea è sempre più lanciato verso il nuovo titolo mondiale: il pilota Kawasaki ha esteso il suo già incredibile primato in classifica con la vittoria in Gara1 all’Autodromo Internacional do Algarve, la sesta consecutiva sul tracciato portoghese e l’undicesima della stagione. Il britannico ha dominato a Portimao, prendendo il comando già dal primo giro e tagliando il traguardo per primo, davanti alla Ducati di Marco Melandri e alla Yamaha di Michael van der Mark, secondo e terzo rispettivamente.

LA CADUTA DEL POLEMAN - La gara è finita presto invece per il poleman Eugene Laverty sulla Milwaukee Aprilia: l’irlandese non partiva dalla prima posizione del 2013, ma si è ritrovato nel gruppo alla prima curva. Poco dopo c’è stato il contatto con l’alfiere del team Barni Xavi Fores ed entrambi sono finiti a terra chiudendo la propria gara in anticipo.

Jonathan Rea si è avvantaggiato subito, volando davanti a Melandri già all’uscita della prima curva. Lorenzo Savadori sull’altra Milwaukee Aprilia) era molto vicino, mentre Chaz Davies ha coronato una rimonta stoica e ha concluso in quarta piazza dopo essere partito dalla quattordicesima posizione, nonostante il recente infortunio ad una clavicola.

Rea per tutta la prima parte di gara ha mantenuto il tempo sotto l’1.43 ed è stato imbattibile, aprendo un gap di 2-3 secondi con Melandri.

Per la seconda posizione la battaglia tricolore è durata solo per metà gara: Savadori è scivolato alla fine del rettilineo principale al 12° giro. Melandri invece ha chiuso in seconda posizione, il miglior risultato dal round della Repubblica Ceca. Michael van der Mark ha ottenuto l’ultimo gradino del podio, l’ottavo della stagione. Segue Chaz Davies con un’incredibile quarta posizione che gli permette di partire dalla pole della griglia domani in Gara 2.

LA TOP TEN - Tom Sykes ha tagliato il traguardo in quinta posizione, continuando la striscia di risultati positivi delle Kawasaki. Loris Baz su BMW ha chiuso gara 1 in sesta posizione, il suo miglior risultato da quando è tornato nel mondiale Superbike.

Jordi Torres sulla MV Agusta ha festeggiato il suo futuro debutto in MotoGP con il settimo posto sul tracciato portoghese, che lo porta davanti alla Honda di Leon Camier in classifica. Il britannico è stato costretto a ritirarsi a causa di un problema meccanico.

Toprak Razgatlioglu sulla Kawasaki Puccetti Racing è stato il miglior pilota indipendente in Gara 1 a Portimao grazie all’ottava posizione, davanti all’altro debuttante Michael Ruben Rinaldi, alfiere del Ducati Junior team. Chiude la top 10 Alex Lowes, portacolori di Yamaha, dopo le difficoltà nelle prime fasi di gara.

Qui i risultati di gara1.