La seconda giornata di test ufficiali del mondiale Superbike è andata in scena oggi a Portimao, in Portogallo, con i favori di uno splendido sole ma un forte vento, che ha mantenuto basse le temperature dell’asfalto.

REA IMPRENDIBILE - Il miglior crono è ancora una volta del campione in carica Jonathan Rea, che con la sua Kawasaki ha messo a segno il terzo tempo questa mattina, ma che nella seconda parte della giornata è balzato di nuovo in vetta alla tabella dei tempi, staccando il suo primo inseguitore, Alex Lowes, di quasi un secondo. Il miglior crono di Rea è di 1’40’’855.

Proprio Alex Lowes, che si conferma ancora una volta al secondo posto, ha condotto la mattinata, dimostrando un passo sorprendente, e fermando il cronometro sull’1’42’’584, che poi nel pomeriggio ha abbassato di oltre sei decimi, stampando il crono i 1’41’’814. Un grosso risultato ottenuto da Yamaha, ma il divario dalla Kawasaki di Rea è preoccupante: più di 9 decimi.

Terzo tempo per Alvaro Bautista, sempre più a suo agio con la Ducati Panigale V4, e a poco più di un decimo dalla Yamaha di Lowes.

Procede il processo di affiatamento di Leon Haslam con la Kawasaki del team Puccetti: l’inglese ha siglato il quarto tempo, a 47 millesimi da Bautista.

A completare la top 5 c’è Van der Mark, che non trova il passo del compagno di squadra Alex Lowes, e si ferma a 4 decimi dal britannico.

LA TOP TEN - Continuano le performance positive di Tom Sykes, che ha dichiarato di essere più veloce delle aspettative in sella alla BMW: l’ex compagno di squadra di Rea ha piazzato il sesto crono, a 4 decimi dalla Yamaha di Lowes. Il distacco dal ‘marziano’ Rea è di 1’3, ma quella è un’altra storia.

Le due Yamaha GRT sono al settimo e all’ottavo posto nella tabella dei tempi del Day2, con Sandro Cortese davanti a Marco Melandri anche se per appena 38 millesimi.

A 3 centesimi insegue Toprak Razgatlioglu, che infila la nona posizione con la Kawasaki del team Puccettti e precede Markus Reiterberger con la seconda BMW.

DAVIES INDIETRO - Undicesimo tempo per la Ducati di Chaz Davies, ancora alle prese con i postumi della caduta di Jerez. Il gallese precede di mezzo secondo la Ducati del team Barni di Michael Rinaldi. Quattordicesimo crono per Alessandro Del Bianco con la Honda del team Althea.

SUPERSPORT – Tra le Supersport la prima posizione nella tabella dei tempi della giornata appartiene alla Yamaha GMT94 di Cluzel, con il crono di 1’44'810, mentre Raffaele De Rosa sulla MV Agusta è secondo a circa 5 decimi. Terzo tempo per Mahias, con la Kawasaki del team Puccetti, davanti al compagno di squadra Okubo.

I TEMPI DEL DAY2

  1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing WorldSBK Team) 1’40.855
  2. Alex Lowes (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’41.814 +0.959
  3. Alvaro Bautista (Aruba Racing - Ducati) 1’41.934 +1.079
  4. Leon Haslam (Kawasaki Racing WorldSBK Team) 1’42.144 +1.289
  5. Michael van der Mark (Pata Yamaha WorldSBK Team) 1’42.191 +1.336
  6. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’42.246 +1.391
  7. Sandro Cortese (GRT Yamaha WorldSBK) 1’42.469 +1.614
  8. Marco Melandri (GRT Yamaha WorldSBK) 1’42.507 +1.652
  9. Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing) 1’42.537 +1.682
  10. Markus Reiterberger (BMW Motorrad WorldSBK Team) 1’43.146 +2.291
  11. Chaz Davies (Aruba Racing – Ducati) 1’43.361 +2.506
  12. Michael Ruben Rinaldi (BARNI Racing Team) 1’43.834 +2.979
  13. Eugene Laverty (Team Goeleven) 1’43.950 +3.095
  14. Alessandro Delbianco (Althea MIE Racing Team) 1’44.885 +4.030