Va forte, Leon Haslam. A volte, come in gara1, non riesce a contenere (soprattutto nelle battute iniziali) la voglia di dimostrare la sua competitività. E, forse, il suo non essere da meno rispetto al compagno di squadra Jonathan Rea. Nella seconda manche, però, è stato più lucido e freddo e invece di incappare in una banale scivolata ha dato spettacolo, provando nelle prime battute a tenere il passo di Bautista e conquistando alla fine un podio che fa morale in vista delle prossime gare.

BUON RISULTATO PER IL TEAM - "Mi dispiace per la stupida scivolata di ieri - ha detto Leon - oggi sono stato più cauto in partenza e ad un certo punto ho anche creduto di potercela fare nel duello contro Jonathan. Volevo fortemente il secondo posto ma va bene così. Questo è un ottimo risultato per il team e una buona base con cui lavorare per il futuro della stagione".