E’ un rookie del mondiale Superbike, eppure è ancora una volta il più veloce della compagine: stiamo parlando di Alvaro Bautista, la rivelazione della stagione 2019 che si è confermato anche sul Circuito Internazionale di Chang, pur avendo poca esperienza sul tracciato thailandese.

Alvaro Bautista e la sua Ducati ufficiale sono andati al comando della classifica dei tempi della prima giornata di prove libere nonostante le alte temperature.  Lo spagnolo ha svolto due sessioni ed è già concentrato sulla qualifica.

DUCATI: PRESTAZIONI DIVERSE - Ad ogni uscita Bautista è riuscito a migliorare le performance della Ducati Panigale V4 R e si è confermato in cima alla classifica con un crono da 1’32.971 e consolidando la sua velocità rispetto ai rivali. Il suo compagno di squadra, Chaz Davies è ancora in difficoltà e conclude le FP2 in undicesima posizione

KAWASAKI INSEGUE - Jonathan Rea con la sua Kawasaki è il pilota più vincente sul tracciato di Buriram: il pluricampione del mondo ha lavorato sul setting e ha confermato il secondo tempo, ma ora il suo distacco è di quasi 3 decimi da Bautista, che nel secondo turno di libere ha migliorato il suo ritmo più del britannico. Il suo compagno di squadra di Rea, Leon Haslam è stato tra i piloti che hanno registrato il maggior margine di miglioramento tra la prima e la seconda sessione, tirando via circa un secondo rispetto a FP1. Per Haslam, la settima posizione di giornata.

CORTESE SORPRENDE - La vera rivelazione del venerdì è il rookie Sandro Cortese, con la sua GRT Yamaha. Autore del terzo tempo, è al debutto in Thailandia nel mondiale Superbike, considerando che fino all’anno scorso era nel mondiale Supersport, dove ha anche vinto il titolo. Marco Melandri completa la top 6. Il GRT Yamaha WorldSBK sta dimostrando un ottimo potenziale.

Il quarto crono nelle combinate è firmato dal pilota del Pata Yamaha Team, Alex Lowes, che lo scorso anno salì sul podio in Buriram. L’inglese si è piazzato davanti al compagno di box Michael van der Mark, che a sua volta, ha concluso la giornata con riferimenti migliori rispetto a quelli del mattino.

Eugene Laverty, portacolori del Team Goeleven ha siglato l’ottavo tempo piazzando la seconda Ducati nella classifica dei tempi. L’irlandese, che non è mai andato oltre la nona piazza in Thailandia, spera di mantenere la stessa velocità nella Tissot Superpole di sabato.

HONDA PIU’ VELOCE - Leon Camier sulla Honda Moriwaki Althea è nono nella combinata e, ad un certo punto della seconda sessione, ha trovato i riferimenti per riuscire ad essere più veloce. Anche il suo compagno di squadra Ryuichi Kiyonari è migliorato nel pomeriggio ma si è fermato al sedicesimo crono.

BMW NELLA TOP TEN - Tom Sykes sulla BMW ufficiale continua il percorso di sviluppo della nuova S1000RR. Il campione del mondo del 2013 ha percorso 34 giri nel corso della giornata mentre il suo compagno di box, Markus Reiterberger è 12esimo ad 1.3 secondi da Bautista. In totale, i due piloti BMW hanno concluso 63 giri nel corso delle due sessioni.

Qui i tempi della classifica combinata del venerdì.