Il dominio schiacciante di inizio stagione non aveva lasciato dubbi. Nove vittorie su nove gare sono davvero un segnale che Bautista (ma solo lui) con la Ducati Panigale V4 R ha dato al campionato e ai suoi rivali. E così la decisione è arrivata.

DECISIONE - Dal prossimo week end ad Assen tutti i piloti con la V4R avranno il limitatore giri motore posizionato a 16.100, anziché 16.350 com’era stato finora nei tre appuntamenti disputati a Phillip Island, Buriram e Aragon. Inoltre, Honda verrà premiata con 500 giri, potendo arrivare a 15.050. Lo ha stabilito la Superbike Commission, composta tra gli altri dalla Federmoto Internazionale e dal promoter Dorna.

COMUNICATO - Ecco la spiegazione sul sito ufficiale della Superbike: «Come previsto nel regolamento 2019, la classifica dei punti è stata rivista al termine del terzo round del Campionato mondiale Superbike. Dopo sei gare complete, Ducati ha ottenuto 20 punti, Kawasaki 13 e Yamaha 3. Visto che la differenza tra Ducati e Kawasaki è di soli 7 punti (si tratta di un calcolo ottenuto con un algoritmo e soprattutto con i cosiddetti punti di concessione contenuti nel regolamento, ndr), nessuno dei due costruttori sarà autorizzato ad avere ulteriori concessioni durante la stagione. Tutti gli altri costruttori saranno autorizzati ad effettuare un solo aggiornamento nel corso del 2019».