Correva l'anno 2009 quando a Imola, durante la 12esima prova del Mondiale Superbike, Marco Simoncelli decise di farci divertire come solo lui sapeva fare. Pilota del Motomondiale 250, in quella occasione corse come wild card sull'Aprilia, la stessa che in quegli anni guidava Max Biaggi, non ancora campione del mondo della categoria. Max conquistò i due titoli iridati (unico italiano a farlo) nel 2010 e nel 2012.

GARA 1 - Le due rispettive manche furono vinte dalla Ducati, gara 1 con Haga e gara 2 con Michel Fabrizio. Davanti ai 67 mila spettatori del circuito italiano, Max Biaggi si prese la seconda posizione in gara 1. E il Sic? Troppo sicuro di sé, rimase invischiato nel traffico in partenza e mentre stava cercando di recuperare scivolò alla curva Tosa al decimo giro.

RIVINCITA - La rivincita arrivò per SuperSic nella gara del pomeriggio (all'epoca si correvano le due gare di domenica). Marco partì a rilento anche in quella occasione, ma iniziò una strepitosa rimonta fino a strappare il terzo posto al caposquadra Max Baggi con un sorpasso molto deciso sulla chicane prima del traguardo. Il Corsaro non la prese benissimo. Il Sic invece a fine gara ci rise sopra: «Peccato le due brutte partenze, mi avevano detto prima del via di non fare l’errore di stare davanti al numero numero 3 (il numero di Max Biaggi, ndr), ma... l'ho fatto». Ci manchi e ti ricordiamo sempre con affetto.