Su una pista che Alvaro Bautista non conosce bene, quale è quella di Imola, Jonathan Rea è tornato davanti. E lo ha fatto anche il compagno di squadra dello stesso Bautista, con la sua stessa Ducati: Chaz Davies ha stampato il secondo crono nella prima giornata di prove libere sul circuito del Santerno, mentre lo spagnolo vincitore delle prime 12 gare si è piazzato al quarto posto. In mezzo alle due ‘rosse’ c’è la BMW di un ottimo Tom Sykes.

BAUTISTA IN DIFFICOLTA’ - “La pista è un po’ vecchio stile: è molto stretta, con tante staccate forti, ma ha una bella combinazione di curve veloci. Tutto sommato è una pista divertente, anche se devo ancora interpretare meglio le traiettorie”, aveva detto Bautista dopo i primi test fatti due settimane fa a Imola. E in effetti lo spagnolo della Ducati che continua ad essere in difficoltà nel terzo e nel quarto settore e ha commesso qualche sbavatura che finora non aveva mai fatto. Il suo crono è a 7 decimi da Rea.

Per Chaz Davies, invece, questo è un circuito particolarmente ricco di ricordi positivi, avendo vinto qui quattro volte. E’ lui, inoltre, il detentore del record della pole e in gara.

KAWASAKI IN TESTA - Il quattro volte campione del mondo Jonathan Rea e la sua Kawasaki sono tornati in vetta alla classifica dei tempi imponendosi sia nel primo turno di libere che nel secondo sulla pista di Imola. Il realtà Rea ha il crono di 1’46’’374 nel primo turno, senza migliorarsi nel pomeriggio, ma nessun altro è riuscito a batterlo, e Rea è risultato 155 millesimi più veloce del primo degli inseguitori. 

In casa Kawasaki, è Toprak Razgatlioglu, portacolori del Turkish Puccetti Racing, a piazzare la seconda ZR-10RR: il pilota turco è stato protagonista di un’ottima sessione di prove libere e si è piazzato a poco più di sette decimi dal leader della giornata dopo aver portato a termine 40 tornate. Leon Haslam riesce a migliorare durante la seconda parte della sessione ma chiude con il settimo tempo.

YAMAHA SESTA - Michael van der Mark e la sua Yamaha ufficiale hanno confermato il passo avuto nel corso delle FP1 con il sesto posto, mentre il suo compagno di squadra Alex Lowes è ottavo.

GLI ITALIANI - Per gli italiani questo è il round di casa e il migliore azzurro è stata la wildcard, Lorenzo Zanetti: il portacolori del team Motocorsa Racing si è piazzato in nona posizione seguito dall’altro pilota Ducati, Michael Ruben Rinaldi, alfiere del Barni Racing Team. Chiude invece fuori dalla top 10 il ravennate Marco Melandri con la Yamaha GRT a un secondo e mezzo da Rea.

LAVERTY OUT – Peccato per la caduta di Laverty nel primo turno di prove libere: il portacolori del team Goeleven si è fratturato entrambi i polsi in un brutto highside alle Acque Minerali e non è ancora certo se dovrà essere operato per ridurre le fratture.