“Peccato che la terza gara sia stata cancellata a causa del maltempo”, dice un Jonathan Rea raggiante per essere tornato a vincere dopo 11 successi consecutivi inanellati dal suo nuovo avversario Alvaro Bautista.

Rispettando le previsioni, sulla pista del Santerno Jonathan Rea, il campione del mondo in carica, ha dettato di nuovo legge, vincendo gara1 il sabato e aggiudicandosi anche la Superpole Race la domenica in sella alla sua Kawasaki ufficiale. Poi, appunto, la terza gara non si è disputata per via della pioggia, ma avrebbe sicuramente visto un Rea particolarmente combattivo.

UN'OPPORTUNITA' PERFETTA - "E 'stato un weekend davvero positivo, perché avevo  feeling con la moto qui e sono stato in grado di ottenere il massimo", ha detto Jonathan Rea. “Vincere due gare mi rende davvero felice. Voglio ringraziare tutto il team per averci sempre creduto e per aver continuato a spingere. Non abbiamo mai smesso di credere che questo fine settimana fosse un'opportunità perfetta per la possibilità di vincere.

“Con il nostro stato di  forma qui in passato, il modo in cui la nostra moto lavora qui e il modo in cui guido, è stata la nostra occasione. Quindi dovevamo afferrarla al volo e l'ho fatto, in entrambe le gare. E  stato positivo, ma sfortunatamente la terza gara è stata cancellata a causa del maltempo. Capisco perfettamente e sono sicuro che avremo di nuovo la nostra occasione", aggiunge Rea.

A chi gli ha chiesto se stia pensando di fare una rimonta nella classifica generale, Rea ha smentito spiegando: “Ad essere sinceri, no, non adesso. Sappiamo quanto la pista di Imola sia unica, lo scorso anno sono stato molto forte e la situazione questo fine settimana era a nostro favore, abbiamo iniziato molto bene fin dalle FP1. Stiamo a vedere che cosa succederà a Jerez, sono molto ottimista perché mi sento più a mio agio sulla moto”.

Rea ha intanto ridotto il suo distacco in campionato da Bautista portandolo a 43 punti.