L'unico "scoglio" tra Jonathan Rea e la vittoria a Misano, fino a metà gara, è stato il velocissimo Alex Lowes. Il quale, però, è scivolato a metà gara al curvone, spianando la strada verso il trionfo al nordirlandese, che grazie a questo risultato e al terzo posto del rivale Bautista, recupera nove punti importanti in classifica generale. 

"Ho guadagnato qualcosa ma non ci voglio pensare - spiega il campione del mondo - perché in condizioni di pista ottimali, rispetto alla Ducati abbiamo ancora molto lavoro da fare".

CONSERVATIVO E PREMIATO - L'asfalto bagnato non ha reso facile una giornata all'insegna delle bandiere rosse. "Le condizioni erano difficili - continua Rea - durante la gara la pioggia aumentava e diminuiva di curva in curva. Quando Lowes mi ha passato ho capito che aveva un altro ritmo e così ho pensato solo a gestire, prendendo meno rischi possibili. E' andata bene".