Il capolavoro di Jonathan Rea si completa in Gara 2 a Donington, dove il pilota della Kawasaki conquista una pazzesca tripletta e si prende per la prima volta in questa stagione la testa della classifica iridata, dopo averla scalata sabato grazie alla vittoria in Gara 1. Sono 24 i punti di vantaggio in classifica su Alvaro Bautista, che limita i danni grazie al terzo posto finale, dopo la caduta di sabato. Secondo sul podio ancora una volta l'ottimo Razgatlioglu sulla Kawasaki del Team Puccetti. Come a Misano il Cannibale ha regolato il giovane avversario e ha fatto il pieno, non facendosi sfuggire l'occasione di mettere le mani sul Mondiale. Nonostante il devastante inizio di stagione della Ducati e di Bautista, Rea si è rimboccato le maniche e ha riaperto un discorso che fino a prima di Misano sembrava chiuso.

GARA - Occasione persa di andare a podio per Alex Lowes, veloce e combattivo, ma la sua Yamaha alla fine è solo quarta, davanti a un battagliero Leo Haslam, fino a metà gara in lotta per i primi tre posti e poi risucchiato da chi gli stava dietro. Sesto Loris Baz, davanti a un Tom Sykes penalizzato dalle scelte della direzione gara dopo il caos della Superpole Race, che lo hanno visto costretto a partire in decima posizione. Buono l'ottavo posto di Van Der Mark, al rientro, dopo l'intervento di due settimane fa al polso. Deludente anche la gara di Chaz Davies, solo nono, davanti a Melandri. Il gallese quest'anno sembra non trovare una soluzione che gli permetta di tornare competitivo.

USA - La Superbike tornerà il 12 luglio con l'appuntamento di Laguna Seca, vedremo se Baustista proverà a reagire e a inventire la tendenza del campionato, che quando mancano cinque week end di gara alla fine sembra aver deviato il suo percorso da Borgo Panigale in direzione Akashi. QUI l’ordine di arrivo completo con tutti i risultati nel dettaglio.