Ducati ha ritrovato se stessa nel primo giorno di prove libere del mondiale Superbike sul circuito di Laguna Seca. E, a sorpresa, davanti a tutti non c’è la Ducati di Alvaro Bautista, finora il più veloce sulla ‘rossa’ ma quella di Chaz Davies, che ha lanciato una chiara sfida ai suoi rivali in vista dei due giorni di gare sul circuito americano.

DUCATI LEADER - Il gallese ha siglato la prima posizione provvisoria negli ultimi minuti della sessione girando in 1’23’’387, piazzandosi davanti a Jonathan Rea, che proprio nello scorso round di Donington è tornato in vetta alla classifica provvisoria.

E’ tornato ad alti livelli anche il compagno di squadra di Davies, Alvaro Bautista, che ha trovato il ritmo giusto durante le FP2 per dimostrare a Jonathan Rea che la sfida è ancora aperta: lo spagnolo ha siglato un crono più alto di appena 263 millesimi rispetto a Davies.

KAWASAKI E’ VICINA - Il pilota più vincente della storia del mondiale Superbike a Laguna Seca è però  Jonathan Rea: il portacolori della Kawasaki ha svettato in FP1 e ha mancato il miglior tempo delle FP2 per appena 32 millesimi.

Il suo compagno di squadra, Leon Haslam ha fatto miglioramenti significativi durante le FP2 chiudendo con il quinto tempo. 

UN GUASTO PER SYKES - - Un altro pilota che ha migliorato il proprio feeling nella seconda sessione è stato Tom Sykes: il 33enne portacolori della BMW ha un ottimo rapporto con Laguna Seca, dove ha vinto tre volte. E dopo il podio di Donington Park cercherà di sicuro altro successo negli Stati Uniti. Tom Sykes ha migliorato il suo tempo a metà delle FP2 ma la sua moto ha avuto un problema tecnico a tre minuti dalla fine della sessione plafonandolo al quarto posto nella classifica dei tempi. Il suo compagno di squadra Markus Reiterberger, assente in Inghilterra perché influenzato, si trova 16° al debutto a Laguna Seca.

LA TOP TEN - Tre piloti di squadre indipendenti sono nella top 10: il primo è Loris Baz in sesta posizionecon la prima Yamaha in classifica, quella di Ten Kate; settimo tempo per Toprak Razgatlioglu, alfiere del Turkish Puccetti Racing Team, mentre Jordi Torres, portacolori del Team Pedercini completa la top 10.

Ottava posizione per Alex Lowes con la Yamaha ufficiale, protagonista di una sessione senza particolari exploit. Il suo compagno di squadra, Michael van der Mark, chiude le FP2 col 12° tempo ma nella combinate è nono.

GLI ITALIANI - Dodicesimo crono per Marco Melandri, primo degli italiani, alle spalle di un Sandro Cortese autore di un esordio positivo nella sua prima giornata a Laguna Seca.

Diciassettesimo tempo per Michael Ruben Rinaldi con la Ducati del Team Barni, diciannovesimo Alessandro Delbianco con la Honda del team Althea Mie.

Qui i tempi delle prove libere.