La prima delle tre sfide del mondiale Superbike sul circuito portoghese di Portimao ha sancito un’altra volta la supremazia di Jonathan Rea; il pilota nordirlandese ha preso il via dalla pole position – la ventunesima della carriera – ed è stato bravo a portarsi velocemente fuori dalla mischia. Per Jonathan Rea è l’ottava vittoria consecutiva a Portimao.

GARA DI RIMONTA - Grande rimonta da parte di Chaz Davies, che è scattato dalla dodicesima posizione in griglia di partenza ed è riuscito a risalire fino al secondo gradino del podio. Al via, risalendo dal centro gruppo, Davies ha spinto fuori pista proprio con il suo compagno di squadra Alvaro Bautista, costringendolo a finire largo e a risalire dalla diciottesima posizione. Con una furibonda serie di sorpassi Bautista riuscirà a chiudere in quarta posizione, perdendo però ulteriori punti preziosi in campionato. Un risultato che consente a Jonathan Rea di allungare in vetta alla classifica di campionato e di sentire sempre più forte il profumo del titolo iridato.

Bella rimonta anche da parte di Michael Van der Mark, che è riuscito a tornare sul podio, piazzandosi terzo, alla fine di una gara che lo aveva visto scattare dalle retrovie. La sua Yamaha si piazza alle spalle della Kawasaki di Rea e della Ducati di Davies completando così un podio che vede tre marchi diversi.

Quinta posizione per Leon Haslam, che comunque conferma di non riuscire a portare la sua Kawasaki ai livelli di Jonathan Rea. Primo degli italiani Marco Melandri, che porta la Yamaha del team GRT in nona posizione dopo essere scattato dall’ottava casella. Immediatamente alle sue spalle si è piazzato invece Michael Ruben Rinaldi con la Ducati del Team Barni.

LA GARAAlla fine del terzo giro le tre prime posizioni erano già delineate, con Jonathan Rea leader davanti a Chaz Davies e van der Mark, mentre Leon Haslam iniziava a perdere terreno dal terzetto di testa. Davies e van der Mark si sono sbarazzati velocemente di Leon Haslam, che a sua volta aveva sorpassato Sykes, solo tredicesimo alla fine. Loris Baz è scivolato curva 8, ma è riuscito a rientrare e chiuderà sedicesimo.
Quando mancavano una decina di giri alla fine e la tenuta delle gomme stava cominciando a diventare un problema, Razgatlioglu ha superato Leon Haslam, che poco dopo  è tornato in vantaggio sul pilota turco. Poi è arrivato un minaccioso Alvaro Bautista, che girava quasi un secondo più veloce dei fue, e che ha sorpassato prima Razgatlioglu e poi Haslam, al termine di una sfida molto combattuta, conquistando il quarto posto, che ha mantenuto fino al traguardo.

Alex Lowes ha concluso alle loro spalle, in settima posizione, davanti ai compagni di squadra in Yamaha GRT Sandro Cortese e Marco Melandri. A completare la top ten, Michael Ruben Rinaldi, alfiere del Barni Racing. Quindicesima la prima Honda, con Takahashi, diciottesimo crono per Delbianco davanti a Kiyonari.

Qui la classifica di gara1 del mondiale Superbike a Portimao.