La Superpole Race a Portimao, la gara sprint che determina la griglia di partenza di gara2, ha visto ancora una volta Jonathan Rea vittorioso per la nona volta consecutiva quest’anno. Questa volta, però, sul podio è tornato il dominatore della prima parte della stagione, Alvaro Bautista, autore del secondo posto davanti a Alex Lowes.

La Ducati e la Yamaha si sono piazzate a poco più di due secondi dalla Kawasaki di Rea, in volata, con Bautista determinato a recuperare terreno in ottica campionato

LA GARA – Con l’azione concentrata in dieci giri di pura azione che hanno visto Jonathan Rea scattare bene fin dal via, scappando subito in testa, inizialmente inseguito da Tom Sykes e Leon Haslam. Sandro Cortese ha siglato una buona partenza mentre difendeva la quarta posizione da Alex Lowes e dal suo compagno di squadra Michael van der Mark, mentre Alvaro Bautista era in settima piazza, ma si è lanciato subito in una bella rimonta. La prima lotta è stata quella con Marco Melandri, poi con Toprak Razgatlioglu e con il compagno di box Chaz Davies. Al termine del primo giro, Rea si era già assicurato un buon distacco da Sykes mentre Haslam iniziava ad avvertire gli inseguitori sempre più vicini.

Alex Lowes ha dimostrato di avere un buon passo, riuscendo a passare in seconda posizione davanti a Sykes e ad Haslam. Bautista ha superato prima Razgatlioglu poi Marco Melandri che ha fatto un errore alla curva 12. Dopo essersi liberato anche di Sandro Cortese ha provato un l’attacco su Haslam e su Sykes, riuscendo nell’obiettivo.

Quando mancavano solo due giri, Bautista ha sorpassato Alex Lowes, che si è assicurato un posto sul podio stabilendo così il suo miglior risultato a Portimao. 

LA TOP TEN E GLI ITALIANI - Toprak Razgatlioglu, scattato dalla 13esima casella, ha concluso al quarto posto davanti ad Haslam e a Van der Mark. Tom Sykes aprirà la terza fila di Gara 2 e al suo fianco si sono guadagnati il posto Sandro Cortese e Loris Baz.

A completare la top ten, Chaz Davies, mentre Michael Ruben Rinaldi, undicesimo, è il primo italiano al traguardo. Tredicesima piazza per Marco Melandri, diciottesimo Alessandro Delbianco.

Qui i risultati della Superpole Race.