Era nell’aria da giorni ma la firma c’è stata al Mugello. In occasione della penultima tappa del CIV, Lucio Pedercini e Lorenzo Savadori hanno firmato un accordo per la stagione 2020. Il prossimo anno, infatti, li vedremo insieme (il primo dal muretto del box, il secondo in pista con la Kawasaki) nel mondiale Superbike. Che, con la presenza del talento romagnolo, torna a parlare un po’ di più “italiano”. Come raccontato dal nostro collega Mirko Colombi, presente al CIV per la nostra testata, Pedercini ha raggiunto la pista toscana apposta per firmare il contratto con Savadori. Una mossa che fa capire quanto tenesse, l’ex-pilota e campione italiano, a siglare questo accordo (un anno con l’opzione per il secondo) il prima possibile.

APRILIA SFUMATA - Nei giorni scorsi c’era stato anche un contatto con Aprilia (Casa con cui Lorenzo corre nel CIV) per un possibile ritorno di “fiamma” anche nel mondiale. Massimo Rivola, in occasione della MotoGP di Misano, si era lasciato sfuggire un: “Stiamo provando a riportare a casa Savadori” ma evidentemente Pedercini è stato più veloce e convincente. “Sava” andrà ad affiancare Jordi Torres nel Team Pedercini Racing, da anni squadra di riferimento per Kawasaki Europa. Negli ultimi tempi, l’azienda Global Service Solutions è diventata comproprietaria della struttura e a Volta Mantovana, sede storica del team, si sta costruendo un nuovo reparto corse da 2.500 mq, in cui lavoreranno quasi cinquanta persone Un’altra bella notizia, per l’Italia delle due ruote.