L’assenza di Leon Camier dalle piste è stata lunga: il pilota del team Moriwaki Althea Honda infatti, è lontano dalle competizioni da oltre quattro mesi. Il calvario è iniziato a Imola, lo scorso maggio, quando l’ex campione della British Superbike si è infortunato ad una spalla nella Superpole. Inizialmente sembrava che potesse recuperare senza necessità di intervento, invece durante l’estate il britannico si è sottoposto ad un'operazione chirurgica.

Dopo aver sperato di rientrare a Portimao (leggi qui), il portacolori del team Moriwaki Althea Honda ha rinviato il ritorno a Magny Cours, per recuperare completamente.

Ora il momento tanto atteso è finalmente arrivato, ma Camier dovrà comunque superare un esame medico al circuito di Nevers Magny-Cours prima di scendere in pista.

OBIETTIVO TOP TEN - Il suo obiettivo sarà quello di rientrare in top ten, come aveva fatto lo scorso anno sulla pista francese, naturalmente cercando di non incappare in cadute, che potrebbero pregiudicare il suo recupero.

"Sono felice e impaziente di tornare in squadra e correre questo fine settimana”, ha detto Camier. “Essere stato costretto a restare fuori è stata dura ma questa era la situazione e quindi mi sono concentrato sul recupero per tornare in pista prima possibile, dedicandomi alla fisioterapia e all’allenamento”.

Con la sua assenza, Camier è scivolato al diciassettesimo posto nella classifica generale del campionato, ma è il primo delle Honda ed è a soli 17 punti da Eugene Laverty, sulla Ducati Panigale del team Team Goeleven.

"Dopo l'operazione, la mia spalla è migliorata giorno dopo giorno e ora non vedo l'ora di tornare in moto venerdì. Probabilmente non sarò al 100% proprio dalle prove libere 1, ma non mi aspetto alcun problema durante il fine settimana", ha dichiarato Camier.