Di solito alla fine vince sempre Rea, ma non stavolta. Gara 1 di Magny Cours, la numero 800 nella storia della Superbike, se la porta a casa Toprak Razgatioglu, alla sua prima vittoria nel Mondiale dopo due stagioni. Si tratta anche della prima volta di un pilota turco sul gradino più alto del podio in questo campionato. Rea, bravissimo a prendersi la pole in condizioni meteo incerte che hanno costretto la direzione gara a ritardare la sessione di 30 minuti, commette un errore all'ultimo giro dopo aver battagliato per tutta la gara con Chaz Davies, Van der Mark e Sykes, e si accontenta del secondo posto, prezioso nonostante tutto vista la quinta posizione di Bautista, bravo a risalire dal fondo della classifica (lo spagnolo della Ducati partiva 14esimo). Tom Sykes alla fine è terzo, la sua BMW cresce. Rea ora ha 100 punti di vantaggio su Bautista. La vittoria aritmetica del titolo è ancora possibile nelle gare domenicali di domani.

GIORNATA STORICA - Ma è stata la giornata, e la gara, di Toprak Razgatioglu: il pilota della Puccetti Racing partiva dalla 16esima posizione, ma giro dopo giro ha risalito la classifica, favorito anche da un paio di fuori pista. E' la sua prima vittoria e si conferma anche primo nella speciale classifica dei piloti "indipendenti". Il suo ultimo giro è un capolavoro: prima recupera quattro decimi su Rea, poi a poche curve dal traguardo lo infila in una staccata dove per tutta la gara il nordirlandese aveva sofferto. Rea non ha più strada per reagire ed è costretto alla resa dal giovane turco.

TOP TEN - Peccato per Chaz Davies e Van der Mark. Entrambi hanno anche guidato il gruppo per alcuni giri ma hanno commesso degli errori sotto la pressione del Cannibale, in difficoltà nella parte centrale. Stavolta la sua Kawasaki non era perfetta. Chaz era stato anche lui autore di una bella rimonta, ma si è dovuto arrendere alla caduta. Le condizioni dell'asfalto hanno fatto il bello e cattivo tempo nel Gp di Francia, rendendo la gara complicata per i piloti ma spettacolare per chi la seguiva. Brutta caduta per Haslam, vittima di un high side. Quarto ha chiuso Loris Baz, davanti a Alvaro Bautista che sul traguardo ha beffato Lowes. Leon Camier e Marco Melandri sono rispettivamente settimi e ottavo. La top ten è completata da Eugene Laverty e Sandro Cortese.

 

RISULTATI E CLASSIFICA UFFICIALE GARA 1 MAGNY COURS