E’ ufficiale: il prossimo anno Toprak Razgatlioglu disputerà il mondiale Superbike con i colori di Yamaha e dividerà il box con Michael van der Mark. Nel giro di poche ore, infatti, è arrivata la doppia notizia: la prima, quella dell’annuncio che Alex Lowes la prossima stagione non correrà con Yamaha, e poi quella dell’arrivo nella squadra ufficiale del pilota turco, che ha conquistato la sua prima vittoria nel mondiale Superbike nel weekend di Magny Cours, in sella alla Kawasaki del team Turkish Puccetti.

CHI E' IL PUPILLO DI SOFUOGLU - Razgatlioglu è arrivato nel paddock del WorldSBK nel 2015, con alle spalle il pluricampione del mondo della Supersport Kenan Sofuoglu. Ha iniziato dal campionato europeo 600 Superstock, che ha vinto nella sua stagione di debutto. È seguito un passaggio all'European 1000 Superstock Championship, in cui il giovane pilota turco è stato un contendente di primo piano per due anni prima di essere promosso al mondiale Superbike lo scorso anno.

Razgatlioglu ha subito lasciato il segno nella prima classe regina, conquistando due podi nella sua stagione di debutto con il secondo posto a Donington Park e il terzo posto nel penultimo round in Argentina.

Il 22enne ha affinato maggiormente il suo talento quest’anno, conquistando il primo podio della stagione a Imola e continuando a chiudere sul podio ad ogni round da allora. Razgatlioglu si è assicurato la sua prima vittoria con una prestazione brillante in Gara 1 a Magny Cours, dove è partito dalla 16esima  posizione in griglia. Il giovane turco si è confermato con la vittoria nella gara della Superpole il giorno seguente.

ENTUSIASMANTE - "Toprak Razgatlioglu è il giovane pilota più entusiasmante del mondiale Superbike e sono felice e orgoglioso che corra per la Yamaha nel 2020”, ha detto il presidente di Yamaha Motor Europe Eric de Seynes. “Se consideri la progressione di Toprak quest'anno, che solo il suo secondo nel mondiale Superbike, il suo talento prodigioso è evidente, ma lo è anche il suo spirito guerriero. Come il suo compagno di squadra per la prossima stagione, Michael van der Mark, è un pilota che trova sempre quel qualcosa in più il giorno della gara ed è pronto a spingersi al limite per superare qualsiasi ostacolo”, ha aggiunto Eric de Seynes.

Lo abbiamo visto chiaramente a Magny Cours, da dove è arrivato dalla sesta fila della griglia per ottenere la sua prima vittoria in gara nel mondiale Superbike. Abbiamo anche visto in questa stagione che Yamaha ha colmato il divario con gli avversari in pista e sono ansioso di vedere cosa Toprak potrà fare sulla nostra Yamaha YZF-R1 nel 2020. Con Michael e Toprak penso che l'anno prossimo avremo una delle formazioni più forti e dinamiche sulla griglia del mondiale Superbike”.

LOWES SE NE VA - Nel contempo, si conclude il rapporto con Alex Lowes, che dopo 106 gare ha portato, finora, a 15 podi.

"Vorrei ringraziare Alex, è stato difficile decidere di non continuare con lui nel 2020. Speravamo rimanesse dentro alla famiglia Yamaha, ma non sarà così purtroppo: l’anno prossimo non correrà su una nostra moto”, ha detto Eric de Seynes,

I rumors parlano di un possibile passaggio di Alex Lowes in Kawasaki, al posto di Leon Haslam, ma non c’è ancora niente di confermato.