Fino a pochi anni fa, Kazuki Watanabe aveva provato a salire senza successo alla ribalta mondiale con alcune partecipazioni come wild-card al campionato iridato 250GP e, successivamente, Moto2. In Giappone è uno dei piloti più famosi e rispettati: a livello nazionale è stato uno dei protagonisti della classe GP250 e nel 2012 ha vinto anche il titolo della J-GP2. Nel 2016 ha corso nella classe 1000 con una Kawasaki ZX-10R e adesso, grazie ai suoi risultati, è finalmente pronto per la scena iridata.

APPRENDISTATO E NON SOLO - Nel 2017, infatti, farà il suo debutto nel mondiale Supersport, guidando la ZX-6R del team italiano GoEleven. Avrà il britannico Gino Rea come compagno di squadra e il suo compito non sarà facile: l’obiettivo è imparare i circuiti e diventare nel minor tempo possibile uno dei protagonisti della categoria. “Questo sarà il mio primo anno in pianta stabile nel mondiale, sono entusiasta della nuova sfida e farò del mio meglio. Credo che sarò in grado di mostrare il mio pieno potenziale già durante questa stagione: guiderò per vincere con il mio spirito da samurai”.