Orfana (per ora) del pilota più rappresentativo della storia della categoria, ovvero quel Kenan Sofuoglu rimasto “ai box” per infortunio, la Supersport versione 2017 debutta a Phillip Island con tanti papabili per la conquista della prima vittoria della stagione.

SFIDA A 2? - Per ora la prima giornata di prove è andata a PJ Jacobsen (passato alla MV Agusta Reparto Corse dalla Honda): lo statunitense ha centrato la prima posizione nella classifica combinata grazie all’1’33”087 firmato nelle FP1.
Jacobsen ha concluso con 38 millesimi di vantaggio su Jules Cluzel (passato invece al CIA Landlord Insurance Honda dalla MV Agusta) e con mezzo secondo sull’italiano Federico Caricasulo, in forza da quest’anno allo GRT Yamaha Official WorldSSP Team. 
Il francese Lucas Mahias, compagno di squadra di Caricasulo, ha concluso quarto questa prima giornata nonostante una brutta scivolata rimediata nelle FP2, a causa della quale è stata esposta la bandiera rossa.

TANTA ITALIA AL TOP - Roberto Rolfo (Team Factory Vamag) ha ottenuto il quinto miglior tempo, dopo aver rimediato la lussazione della spalla sinistra nei test svolti a inizio settimana. Nella top 10 hanno concluso anche Hikari Okubo (CIA Landlord Insurance Honda), Alex Baldolini (Race Department ATK#25), Gino Rea (Team Kawasaki Go Eleven), Luke Stapleford (Profile Racing) and Kyle Smith (GEMAR Team Lorini) e tutti disputeranno direttamente la Tissot Superpole 2.
I due italiani Michael Canducci (Puccetti Racing Junior Team FMI) e Christian Gamarino (BARDAHL EVAN BROS. Honda Racing) hanno ottenuto l’11esimo e il 12esimo tempo e dovranno affrontare quindi la Tissot Superpole 1.