Le condizioni erano difficili, con temperature che si aggiravano intorno ai 37 gradi, al Chang International Circuit in Thailandia. Eppure proprio in questa situazione impegnativa Federico Caricasulo ha colto la sua prima vittoria in una gara di mondiale Supersport in sella alla sua Yamaha ufficiale.

Dopo una corsa di 17 giri del WorldSSP che ha visto Caricasulo partire dal settimo posto in terza fila, l’italiano è stato coinvolto in una lotta al podio fin dal primo giro e ha preso la testa della corsa dall’undicesimo passaggio, dopo che il leader fino a quel momento Jules Cluzel si è ritirato a causa di un problema tecnico.
 
Da quel momento Caricasulo non si è più guardato indietro conquistando la vittoria per + 0.793 dalla wild card tailandese Decha Kraisart, anche lui su Yamaha ma del Thailand Racing Team. Il finlandese Niki Tuuli del team Kallio Racing ha completato il podio, sottolineando così il nuovo potenziale della Yamaha YZF-R6.
 
"Sono molto felice perché ho fatto una grande gara dal primo all’ultimo giro”, ha dichiarato Caricasulo. “Nel giro finale sono riuscito a conquistare un po’ di vantaggio. Le condizioni erano dure, anche per questo sono contento di aver vinto qui. È molto importante adesso continuare così, lottare per le vittorie, se voglio avere una buona posizione in campionato.
 
“Per tutto il week end, dopo lo zero in Australia, ho lavorato per assicurarmi di essere veloce sulla lunga distanza, e in tutte le condizioni", ha continuato Caricasulo. "Ce l’ho fatta e abbiamo vinto. Voglio ringraziare Yamaha e tutto il mio team che ha lavorato molto bene nel week end per trovare un buon set up , dopo un inizio difficile”.