Questa mattina vi abbiamo annunciato il divorzio del team Factory Vamag da Roberto Rolfo e la sua sostituzione con Lorenzo Zanetti per le prossime tappe del mondiale Supersport (leggi qui).

A poche ore di distanza, arriva la precisazione di Roberto Rolfo, a conferma che la rottura con il pilota piemontese non è stata condivisa, come traspariva dalle dichiarazioni del team manager Learco Ghelfi, che ha parlato di mancato raggiungimento dei risultati. Rolfo ha conquistato una vittoria alla gara d'apertura, a Phillip Island, ma Ghelfi ha dichiarato proprio che quella vittoria non era sufficiente, di per sè, per "gli impegni presi".

"Innanzitutto voglio ringraziare i tifosi, gli amici e tutte le persone che mi hanno scritto!” dichiara Rolfo.
“Non ho purtroppo la possibilità in questo momento di esprimermi sulla vicenda in quanto ancora deve essere risolta e richiederà del tempo.

"Per adesso posso soltanto dire che chi intenderà assumersi la responsabilità di una rottura del contratto, pretestuosa ed unilaterale, si assumerà anche le conseguenze nelle opportune sedi.
“Posso soltanto dire che ringrazio ancora una volta quattro persone, che sono Filippo, Enrico, Andrea e Alberto che hanno sempre dato il massimo per me e le scarse prestazioni della mia moto non derivavano certo dal loro lavoro.
“Per il resto correre è la mia passione e la mia vita e quando potrò lavorerò per tornare in sella, ancora una volta per divertirmi e provare a dimostrare che non è finita qui”, conclude Rolfo.

E' evidente che la vicenda avrà degli strascichi fuori dal paddock. Dispiace sempre riscontrare certi diverbi nel nostro mondo, ma tant'è. Vi daremo conto di ulteriori sviluppi.