Ana Carrasco, portacolori del team Kawasaki DS Junior Team è tornata a vincere a Imola, diventando così la prima donna della storia in vetta ad una classifica iridata. Un fine settimana da incorniciare per la giovane spagnola, che già lo scorso anno era salita sul gradino più alto del podio nel mondiale Supersport 300 a Portimao. Ma a Imola è andata oltre, siglando anche la pole.

Oggi è stato un giorno perfetto: pole position e record del circuito!” aveva commentato il sabato.

“E’ la sensazione più bella del mondo”, ha detto la spagnola dopo la vittoria. “Grazie al mio team, grazie ad Imola…”

UN VANTAGGIO IMPORTANTE - Ana Carrasco lascia così ancora una volta la sua impronta nella storia del motociclismo, dopo aver militato nel Mondiale Moto3 dal 2013 al 2015.

Una vittoria conquistata fin dal primo giro, che ha percorso al comando sfruttando la pole position. La Carrasco ha tagliato il traguardo con 13 secondi di vantaggio sul connazionale Borja Sanchez e sull’italiano Kevin Sabatucci. Da segnalare anche la presenza di un’altra donna pilota nel mondiale Supersport 300, Maria Herrera, settima al traguardo.

Ana Carrasco guida la classifica iridata con tre punti di vantaggio su Luca Grunwald, vincitore ad Assen, e dodici lunghezze sull’olandese Scott Deroue.