Davanti al pubblico di casa Federico Caricasulo si è dimostrato imbattibile: scattato dalla pole position, il pilota Yamaha ha vinto per la prima volta in questa stagione, chiudendo un lungo periodo di digiuno di successi tricolore nel mondiale Supersport al circuito di Misano. Bel secondo posto per Raffaele De Rosa con la MV Agusta Reparto Corse by Vamag, che sulla pista di casa ha ottenuto il miglior risultato stagionale. A completare il podio Sandro Cortese.

LA GARA - Al via Jules Cluzel ha avuto lo spunto migliore e si è portato davanti al poleman Caricasulo già prima di entrare nella prima curva, mentre Randy Krummenacher e Cortese sono scivolati rispettivamente fino alla sesta ed ottava posizione. Lucas Mahias è incappato in una caduta un giro dopo.

Al quarto giro il dominio di Cluzel viene insidiato da Caricasulo e da un De Rosa in rimonta. Il francese retrocede piano piano e anche Cortese trova il modo di sopravanzare il transalpino alfiere  NRT.

Da quel momento le prime tre posizioni restano invariate, ma il margine tra il primo ed il terzo non va mai oltre i due secondi. Caricasulo non si è mai sentito sotto pressione, riuscendo a tenersi alle spalle la MV Agusta di De Rosa e tornando sul primo gradino del podio. Con questa vittoria Caricasulo sorpassa in classifica il compagno di squadra Mahias, portandosi in quarta posizione, con un punto di vantaggio su Mahias e De Rosa. Il leader rimane Sandro Cortese, con 5 punti su Cluzel e 22 su Krummenacher, oggi quinto.

LA TOP TEN - Anthony West (EAB antwest Racing), che a Misano ha vinto, ha ottenuto il miglior risultato stagionale con il sesto posto. Precede Kyle Smith (CIA Landlord Insurance Honda), settimo e nuovamente in top 10 dopo aver cambiato team prima di Brno.

In ottava posizione la wild card Lorenzo Gabellini (G.A.S. Racing Team), per la prima volta a punti nel mondiale Supersport alla sua seconda presenza quest’anno. Hikari Okubo (Kawasaki Puccetti Racing) è stato autore di una partenza ottima e si è portato in quinta posizione nel primo giro, ma ha chiuso nono. Ayrton Badovini (MV Agusta Reparto Corse by Vamag) è il quarto ed ultimo pilota italiano nei primi dieci.

Qui la classifica della gara.