Una doppietta che fa sorridere, e non poco, il Team Bardahl Evan Bros. La squadra Yamaha, a Phillip Island, monopolizza le prime due posizioni della griglia di partenza Supersport grazie ad una sessione di Superpole da manuale da parte dei suoi due alfieri.

CHE CARICA - Il primo tempo, al termine dei 25 minuti in programma, l'ha fatto segnare il ravennate Federico Caricasulo. L'italiano ha dato una dimostrazione di forza importante, facendo capire agli avversari di trovarsi a suo agio sulla Yamaha R6 e sull'impegnativa pista australiana. Solo sette centesimi di secondo lo separano dal team mate Randy Krummenacher, secondo di giornata. 

DE ROSA E FULIGNI AL TOP - Lo svizzero si è messo alle spalle l'altro grande protagonista di questi primi due giorni di prove, il francese Jules Cluzel (Yamaha - GMT94). In seconda fila ci sarà un altro azzurro, Raffaele De Rosa, che insieme al compagno di squadra Federico Fuligni ha confermato in sella alla MV Agusta quanto di buono fatto vedere durante i test e soprattutto nelle libere di ieri. I due partiranno rispettivamente dalla quarta e dalla quinta casella. 

MAHIAS INSEGUE - Completa la seconda fila Thomas Gradinger (Kallio Racing) mentre la terza è caratterizzata dalla presenza dello spagnolo Hector Barbera, del giapponese Okubo e dell'ex-campione del mondo Lucas Mahias, su Kawasaki. Nella top ten anche l'estone Soomer davanti a Isaac Vinales mentre per i colori azzurri, Ruiu è 16esimo e Badovini 17esimo davanti a Maria Herrera.