Il primo round del mondiale Supersport 300 è andato in scena sul circuito di Aragon e ha regalato un finale mozzafiato, con i primi tre piloti transitati sotto la bandiera a scacchi racchiusi in 4 decimi.

LA GARA - Il primo a tagliare il traguardo è stato il 16enne Manuel Gonzalez: il portacolori del Kawasaki ParkinGO Team ha siglato un weekend perfetto, dopo essere scattato dalla pole position.

Nella parte finale, Gonzalez e Hugo De Cancellis  si sono contesi la prima posizione e poco dopo si sono aggiunti anche Omar Bonoli,  Scott Deroue e Nick Kalinin.

Durante l’ultimo giro sembrava che Bonoli riuscisse a vincere, ma all'ultima tornata Gonzalez ha fatto un’ottima entrata alla 9 avendo la meglio nella lotta per la prima posizione. Gonzalez ha firmato così la sua prima vittoria ed è il secondo pilota più giovane a vincere in questa categoria. Il francese Hugo De Cancellis e l’olandese Scott Deroue completano il podio.

GLI ITALIANI – Alle spalle di Bonoli, ottava posizione per Bruno Ieraci (che è dovuto risalire dal fondo dello schieramento dopo dopo aver ricevuto una penalità.

Tredicesimo Filippo Rovelli, ventitreeesimo Kevin Arduini, ventiseiesimo Manuel Bastianelli. 

CADUTE ILLUSTRI - Un esordio di stagione da dimenticare invece per la campionessa del mondo in carica Ana Carrasco che è caduta alla curva 13 a metà corsa mentre faceva parte del gruppo di testa. Lo zero in classifica generale è pesante in ottica campionato, considerando che la spagnola punta a difendere il titolo. La pilota della Kawasaki ha perso il controllo della sua moto mentre lottava con Koen Meuffels, il vincitore dell'appuntamento di Aragon dello scorso anno.

Un’altra caduta da segnalare è quella di Bahattin Sofuoglu, scivolato alla curva 2 così come Galang Hendra Pratama dopo un contatto avuto con Andy Verdoia. Il pilota indonesiano era stato tra i protagonisti nella prima parte della gara riuscendo a togliere il comando della corsa a Gonzalez durante il primo giro.

Qui la classifica della gara