Temperature elevatissime per il Day-1 del weekend sulla Riviera di Rimini: il mondiale Supersport è sceso oggi in pista a Misano e il caldo è stato il primo nemico di tutti i piloti. In entrambe le sessioni di prove libere Federico Caricasulo si è issato in vetta alla tabella dei tempi. Confermando l'ottimo ritmo dimostrato a Jerez e super-motivato dal fatto di correre davanti al pubblico di casa, il ravennate è stato l’unico pilota della compagine a scendere sotto il muro dell’140’’, siglando il crono di 1’39’’951.

MV AGUSTA AVANTI- A poco meno di 2 decimi si è piazzata la MV Agusta ufficiale di Raffaele De Rosa, capace di relegare alle sue spalle il leader della classifica generale Randy Krummenacher, che ha registrato il terzo tempo della giornata: secondo nelle FP2, ha perso una posizione nelle combinate.

Jules Cluzel con la Yamaha GMT94 punta a riaprire i giochi per il titolo e si sta impegnando: il francese ha concluso il venerdì com il quarto crono in una pista dove in passato è riuscito ad imporsi su tutti i suoi rivali in gara. Alle sue spalle, il connazionale Lucas Mahias con la Kawasaki Puccetti Racing, seguito dalla rivelazione della giornata, l’estone Hannes Soomer, che ha piazzato la Honda del team MPM WILSport Racedays al sesto posto, primo delle CBR600.

GLI ALTRI ITALIANI - Ottima prestazione della wildcard Luca Ottaviani con la Yamaha del team SGM Tecnic, che si piazza in settima posizione. Il pesarese, alla sua seconda presenza nel mondiale, ha subito messo in chiaro la sua intenzione di voler essere protagonista qui a Misano. Lo segue l'altra wildcard, Lorenzo Gabellini, sulla Yamaha di Gomma Racing, in ottava posizione. Nono crono per Ayrton Badovini: il portacolori del team Pedercini Racing si imposto su Isaac Vinales del Kallio Racing Team.

Diciassettesimo crono per Massimo Roccoli, diciannovesimo per Filippo Fuligni, mentre il fratello Federico Fuligni ha chiuso con il ventunesimo tempo davanti a Mattia Casadei. Venticinquesimo crono per Michael Canducci, trentunesimo per Roberto Rolfo, alle spalle di Maria Herrera. Fanalino di coda della giornata, Alex Bernardi.

Qui i tempi del venerdì