Un finale al fotofinish per la Supersport di Misano, che ha vissuto un ultimo giro da brivido con i compagni di squadra Randy  Krummenacher e Federico Caricasulo: i due portacolori del team Yamaha … si sono confrontati da vicino fino alla bandiera a scacchi per poi concludere nell’ordine, separati di appena 84 millesimi. Sul podio anche Lucas Mahias.

Alle loro spalle Cluzel, Okubo, l’ottimo Lorenzo Gabellini, wild card, Soomer, Manfredi e Gradinger, Roccoli completare la top ten.

“L‘ultimo giro è stato veramente tosto non pensavo che fosse così aggressivo nelle ultime curve”, ha detto Federico Caricasulo alla fine della gara, a proposito del compagno di squadra Randy Krummenacher. “E’ stato più bravo di me, io ero un po’ più lento in percorrenza negli ultimi tre quarti di curva. Le ultime due manovre sono state un po’ al limite, ma non è stato mai scorretto, forse dovevo essere più incisivo io”,  ha concluso Caricasulo.

“Devo ringraziare Federico, che mi ha spinto al massimo”, ha detto Krummenacher. “Non è abbastanza per vincere il campionato, ma è una bellissima vittoria. Finora sono sempre stato ‘gentile’ nella bagarre, oggi dovevo dire la mia”, conclude lo svizzero.

LA GARA - Federico Caricasulo è scattato dalla pole position ma non è riuscito ad involarsi subito al comando. Alla fine del primo giro in testa c’era anzi il francese Lucas Mahias, incalzato da Federico Caricasulo e da Randy Krumnenacher, con De Rosa quinto alle spalle di Cluzel. Al terzo passaggio Krummenacher era già al comando, con Caricasulo alle sue spalle e Mahias terzo.

Al quinto giro De Rosa è incappato in una caduta alla curva 6, è tornato in pista ma poi è stato costretto al ritiro. Nel frattempo Federico Caricasulo è andato in testa e ha percorso quattro tornate al comando, fino a quando lo svizzero è riuscito a riportarsi in testa.

Altri quattro giri e la situazione al vertici è di nuovo cambiata, con il ravennate che ha fatto da apripista, e con Mahias ad osservare da vicino i due contendenti al gradino più alto del podio.

A quattro giri dalla fine Krummenacher si è infilato con decisione su Caricasulo, che ha atteso l’ultimo passaggio per tentare di ripassare davanti al suo compagno di squadra.

Negli ultimi metri con il coltello fra i denti, Caricasulo si è portato al comando alla ‘Quercia’ approfittando della scia, ma Krummenacher ha risposto al ‘Carro’ e non c’è stato più niente da fare per il ravennate, che ha dovuto accontentarsi della seconda posizione, a soli 84 millesimi. A 1 decimo si è piazzato Mahias, che nelle ultime fasi ha provato ad approfittare della schermaglie fra i primi due, per chiudere terzo.

GLI ITALIANI – Undicesima posizione per Federico Fuligni con la MV Agusta, davanti a Luca Ottaviani su Yamaha. A punti anche Mattia Casadei. Diciassettesima piazza per Filippo Fuligni, ventitreesimo Roberto Rolfo, venticinquesimo Michael Canducci. Peccato per le cadute di Raffaele De Rosa, con la MV Agusta, di Ayrton Badovini con la Kawasaki e per Gianluca Sconza con la Honda.